V.B.D.
Cronaca

Andrea Loreni, chi è il funambolo che a Milano camminerà tra due grattacieli

Con The Walk inaugurerà il Bam Circus. È L’unico italiano specializzato in traversate a grandi altezze

Il funambolo Andrea Loreni

Il funambolo Andrea Loreni

Milano – "Performer, formatore, filosofo”: così si descrive Andrea Loreni, nato a Torino nel 1975. Ma per inquadrarlo è meglio dire che è un funambolo da record, l’unico italiano specializzato in traversate a grandi altezze.

The Walk

Questa sera, dalle 20, lascerà tutti col fiato sospeso con “The walk”, una camminata funambolica lunga 205 metri a 140 metri d’altezza su un cavo teso tra due grattacieli simbolo di Milano, il Bosco Verticale e la Torre Unicredit. Al tramonto, a quell’altezza, sarà solo lui e il bastone per bilanciare equilibrio e peso. Lo show inaugurerà la seconda edizione di Bam Circus- Il Festival delle meraviglie al Parco.

Andrea Loreni
Andrea Loreni

Zen e funambolismo

Ma chi è Andrea Loreni? La sua formazione comprende sia preparazione artistica sia filosofica: nel 1997 inizia a praticare arti di strada alla Scuola Flic di Torino e nel 1999 si laurea in Filosofia Teoretica con una tesi su Adolfo Levi. Negli anni a seguire Loreni approfondisce le tecniche di circo contemporaneo al Circus Space di Londra e alla scuola FLIC di Torino. E qui la sua strada artistica si delinea sempre di più: quello che vuole fare è camminare su cavi a grandi altezze. La parte mentale di questa pratica lo spinge verso una nuova ricerca che unisce corpo, mente e spiritualità. Andrea si dedica quindi alla meditazione Zen, sotto la guida di Shodo Harada Roshi presso il monastero di Sogen-ji a Okayama, in Giappone, e traduce in italiano il libro del maestro ‘Come fare zazen’.

Le traversate in tutto il mondo

Negli anni il funambolo ha camminato nei cieli del mondo, sopra l’acqua o sulle verdi distese di montagne e valli, tra edifici antichi di piccoli e grandi centri storici, in piano e in pendenza, in silenzio o accompagnato dai suoni e dagli elementi che vibrano insieme al cavo di acciaio. Ha percorso chilometri su un cavo teso nei cieli di numerose città italiane, tra cui Torino, Bologna, Roma, Venezia, Firenze, Genova, Brescia, Trieste, e all’estero camminando nei cieli della Svizzera, della Serbia, in Israele, in Thailandia e sopra il lago del tempio Sogen-ji in Giappone.

I suoi record

Nel 2011 realizza la sua traversata più inclinata, 26 gradi di inclinazione da 0 a 30 metri a Lodi. Sempre nel 2011 stabilisce il record italiano di camminata su cavo, teso tra i colli di Penna e Billi, nel cielo di Pennabilli (Rimini): 250 metri di lunghezza, a 90 metri da terra. Nel 2013 la traversata su acqua più lunga, 220 metri sul fiume Adda e sempre nel 2013 il suo record di traversata più alta, tra i picchi montani di Rocca Sbarua (Torino), a un’altezza massima di 160 metri.

Nel 2017 è primo funambolo a camminare all’interno di un Tempio Zen con la traversata del progetto ‘Zen e Funambolismo’ sopra il lago del Tempio Sogen-ji a Okayama in Giappone

Nel 2022 è il primo funambolo in Italia a camminare su una zipline, a Frassinetto (Torino), stabilendo i nuovi record personali di altezza (300 metri) e lunghezza (350 metri) e sempre nel 2022 partecipa alla traversata collettiva lunga cinque ore, a Galway (in Irlanda) per il progetto europeo LifeLine.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro