Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
31 gen 2022

A Milano le rapine si fanno il lunedì Triplicati i colpi nelle farmacie

L’Associazione chimica farmaceutica lombarda ha elaborato i dati relativi al settore microcriminalità. La città è la più colpita rispetto alle province, di solito banditi col volto coperto e il taglierino in mano

31 gen 2022
Immagine dal filmato delle telecamere di una farmacia colpita da un rapinatore col taglierino
Immagine dal filmato delle telecamere di una farmacia colpita da un rapinatore col taglierino
Immagine dal filmato delle telecamere di una farmacia colpita da un rapinatore col taglierino
Immagine dal filmato delle telecamere di una farmacia colpita da un rapinatore col taglierino
Immagine dal filmato delle telecamere di una farmacia colpita da un rapinatore col taglierino
Immagine dal filmato delle telecamere di una farmacia colpita da un rapinatore col taglierino

MILANO Nel 2020 l’effetto lockdown aveva investito anche il "settore criminalità". E infatti i numeri delle rapine ai danni delle farmacie nelle province di Milano, Lodi e Monza Brianza risultavano crollati rispetto a quelli registrati nel 2019: 20, contro le 56 dell’anno precedente. Il 2021 inverte il trend: da gennaio a novembre - complice forse anche la maggiore libertà di movimento anche nei momenti in cui la pandemia ha imperversato - c’è stato un raddoppio dei colpi ai negozi dalla croce verde, rispetto all’anno prima. I dati provengono da un’elaborazione dell’Associazione chimica farmaceutica lombarda fra titolari di farmacia, la Federfarma Milano, Lodi e Monza Brianza. E mostrano che le rapine nel periodo gennaio-novembre 2021 nell’area analizzata sono state 39. L’exploit si è registrato a Milano. Nel capoluogo lombardo i colpi sono triplicati: erano stati 9 nel gennaio-novembre 2020, sono schizzati a quota 28 nello stesso periodo del 2021. Nelle altre aree i numeri sono rimasti stabili o sono lievemente aumentati e in un singolo caso (la provincia di Lodi) si sono azzerati. Guardando l’andamento mese per mese, solo a marzo e ottobre il bilancio si è fermato a quota 1 nelle farmacie del territorio di Milano-Lodi-Monza Brianza. A gennaio le rapine sono state 6 (tutte a Milano), a giugno e agosto 5 in entrambi i mesi, a febbraio, maggio, luglio e novembre rispettivamente 4, ad aprile 3 e a settembre 2. Il coltello è stata l’arma più usata dai malviventi che hanno tentato l’assalto alle farmacie: era presente in ben 11 colpi. In 9 casi i farmacisti si sono trovati davanti persone con in mano una pistola, in 6 un taglierino. C’è stato anche un colpo in cui il rapinatore aveva una siringa, e in un altro un cacciavite o un punteruolo. Irrompono nei punti vendita del farmaco con il volto parzialmente ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?