Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
23 feb 2022

Tangenziale, si lavora a sud-ovest

Casalpusterlengo, il cantiere dell’opera attesa da 40 anni è nella fase iniziale. Dovrebbe terminare nel 2025

23 feb 2022
mario borra
Cronaca
Gli operai stanno predisponendo i passaggi della rete irrigua
Gli operai stanno predisponendo i passaggi della rete irrigua
Gli operai stanno predisponendo i passaggi della rete irrigua
Gli operai stanno predisponendo i passaggi della rete irrigua
Gli operai stanno predisponendo i passaggi della rete irrigua
Gli operai stanno predisponendo i passaggi della rete irrigua

di Mario Borra Per ora la lingua d’asfalto della tangenziale è ancora una striscia di terra, ma ben presto si trasformerà in una delle più imponenti opere pubbliche del territorio che, nell’obiettivo almeno sulla carta, dovrebbe servire per deviare fuori il traffico dal centro abitato di Casalpusterlengo e dalla frazione Zorlesco, tagliati in due dal tracciato storico della via Emilia. Consegnati il 29 luglio dello scorso anno, i lavori, affidati al raggruppamento d’imprese Aleandri, Consorzio Valori, Marcegaglia, finiranno entro luglio del 2025 dopo 1.445 giorni, così almeno è fissato nel contratto. Allo stato attuale gli operai stanno procedendo a realizzare i manufatti in calcestruzzo che, sottopassando la carreggiata, daranno continuità alla rete irrigua locale, fondamentale per l’economia di un territorio come quello lodigiano a forte vocazione agricola. Fino a questo momento ne sono già stati ultimati una decina. Di pari passo coi lavori procedono le attività di monitoraggio ambientale in corso d’opera (di concerto con Arpa) e la sorveglianza archeologica delle aree di scavo in stretto contatto con la Soprintendenza Archeologica di Mantova. Il cantiere è comunque ben visibile soprattutto nella parte sud ovest della città, nel tratto di interconnessione con la provinciale 234, con il quartiere Ducatona (in via Rabin anni fa i cittadini diedero battaglia per modificare il tracciato troppo invasivo) e la provinciale 142. I lavori prevedono la realizzazione di una variante alla storica via Emilia che sarà qualificata come "strada extraurbana principale", a carreggiate separate con due corsie per senso di marcia e che si snoderà per una lunghezza complessiva di 7,1 chilometri. La variante prevede diverse opere accessorie (ponti su strade e su corsi d’acqua nonché viadotti su aree di svincolo con rotatoria al piano di campagna) ed alcuni svincoli tra cui i principali sono quelli di Casalpusterlengo nord e sud e quelli intermedi di collegamento alla ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?