Lodi, 21 febbraio 2019 - Almeno nove feriti, nessuno grave, sono stati trasportati in ospedale a causa dei tamponamenti a catena che si sono verificati sulla A1 fra Casalpusterlengo e il Basso Lodigiano in mattinata per la nebbia fitta. Il 118 ha fatto sapere che una persona è stata portata in ospedale Piacenza, 3 ospedale Codogno (Milano) e, cinque all'ospedale di Lodi. Gli incidenti si sono verificati poco prima delle nove del mattino.

INCIDENTE_37138562_113702

DISAGI PER IL TRAFFICO - Per permettere i soccorsi e la rimozione dei veicoli coinvolti, l'Autosole tra Casalpusterlengo e il Basso Lodigiano è stata chiusa per alcune ore. Il tratto è stato riaperto poco dopo le 11, grazie al significativo miglioramento delle condizioni di visibilità, il tratto di A1 compreso tra la Complanare di Piacenza e Lodi in direzione di Milano, utilizzato per agevolare i soccorsi intervenuti sull'incidente nella carreggiata opposta, in direzione Bologna. Permane la chiusura tra l'allacciamento con la A58 TEEM e Basso Lodigiano per consentire il completamento delle operazioni di soccorso dei feriti  e la rimozione dei veicoli coinvolti. Agli utenti che da Milano sono diretti verso Bologna, Autostrade per l'Italia consiglia di utilizzare la A7 in direzione di Genova e, all'altezza di Tortona, prendere la A21 per raggiungere la A1, all'altezza di Piacenza. In alternativa è possibile utilizzare la A4, in direzione di Brescia, per poi raggiungere la A1 tramite la A21.

Poco dopo le 14, 30 è stato riaperto invece anche il tratto della A1 Milano-Napoli compreso tra l'allacciamento con l' A58 e Basso Lodigiano, chiuso questa mattina a causa di un maxitamponamento dovuto alla nebbia. È quanto comunica Autostrade per l'Italia spiegando che il traffico diretto verso Bologna può nuovamente utilizzare tutte le tre corsie disponibili.

SOCCORSI - In totale i vigili del fuoco intervenutui hanno lavorato su venti incidenti che hanno coinvolto dieci mezzi pesanti e numerose autovetture. Secondo un primo bilancio i feriti sarebbero complessivamente 15, tutti prontamente soccorsi, di cui nessuno in condizioni gravi.  Nove feriti sono stati trasportati nei vicini ospedali: uno a Piacenza, 3 a Codogno, 5 a Lodi. Sul posto sono al lavoro i sanitari di cinque ambulanze, due automediche e un'auto infermieristica, oltre alla polizia  Stradale, ai vigili del fuoco e al personale di Autostrade per l'Italia.

TRAFFICO_37138893_115905

INCIDENTI - A causa della nebbia un primo incidente si è verificato al chilometro 39, nei pressi del casello di Casalpusterlengo, attorno alle 8.20, con il ferimento di un uomo di 49 anni, dieci minuti dopo un 34enne è rimasto ferito pochi chilometri più a Sud e dopo altri cinque minuti un 43enne e un'altra persona sono rimasti contusi in un terzo tamponamento avvenuto alcuni chilometri prima dello stesso casello, mentre attorno alle 9.20 si è registrata un'altra collisione tra veicoli pochi chilometri a monte del casello di Lodi. In tutto nel maxitamponamento sono stati coinvolti una dozzina di mezzi, incluso un tir. Autostrade per L'Italia fa sapere che fin dalle prime ore del mattino la presenza di nebbia, associata alla visibilità stimata di 80 metri e al limite di velocità di 50 km/h, era segnalata su tutti i pannelli a messaggio variabile, a partire da Milano sud e da Parma nelle due direzioni.

HA COLLABORATO PAOLA ARENSI