L'incidente mortale di Caselle Lurani
L'incidente mortale di Caselle Lurani

Caselle Lurani (Lodi), 11 febbraio 2019 - Esce di strada con il pick-up e perde la vita. Drammatico incidente stradale, alle 19 di ieri, nel comune di Caselle Lurani. Lo schianto ha coinvolto soltanto il 40enne del paese, Maricel Dorotei, di origini romene. Si tratta di un pastore che lavorava in una cascina della zona.

Per cause sconosciute, secondo la ricostruzione della dinamica al vaglio dei carabinieri della compagnia di Lodi, il conducente avrebbe fatto tutto da solo. Il suo veicolo ha sbandato mentre percorreva via Bascapé, una strada stretta che lo avrebbe tradito. Il mezzo si è poi accasciato su un fianco, lato guida, apparentemente senza grossi danni. Purtroppo però poi è successo il peggio e i soccorritori non hanno potuto scongiurare la tragedia. Sul posto, oltre ai vigili del fuoco del comando provinciale di Lodi, che hanno messo in sicurezza il pick-up, si sono precipitati i sanitari con l’auto medica e l’auto infermieristica più un’ambulanza della Croce rossa di Lodi. Ma nonostante i tentativi di scongiurare il peggio, il dramma è stato inevitabile. Il trauma riportato per il violento impatto infatti sembra essere stato troppo importante. La salma quindi, dopo l’autorizzazione del nulla osta, intorno alle 22 è stata trasferita dalle onoranze funebri nella camera mortuaria dell’ospedale Maggiore di Lodi.

Intanto sono proseguiti i rilievi di rito per essere certi dell’accaduto. Per i militari, comunque, l’uomo avrebbe fatto tutto da solo anche se non si conosce l’origine della fuoriuscita. Forse una semplice e impietosa svista. Sono stati alcuni passanti a notare l’incidente e ad allertare i soccorsi. Il furgoncino aveva ancora i fanali accesi nonostante i danni subiti alla fiancata. Per via della carreggiata stretta le forze dell’ordine hanno dovuto interdire il passaggio degli altri veicoli fino al termine delle operazioni. Infine i pompieri hanno rimesso in strada il quattro ruote che non è stato sequestrato: la dinamica dell’accaduto, per i carabinieri, è infatti chiara e non necessita di ulteriori accertamenti. Anche il corpo dell’uomo è già a disposizione dei familiari che potranno quindi predisporre le esequie. Ai carabinieri in serata l’ingrato compito di avvertire la famiglia.