Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
15 giu 2022

Finti tecnici alle porte di casa: colpi a segno nel Basso Lodigiano

In via Aldo Moro a Bertonico uno dei malviventi ha convinto le vittime a mettere i preziosi nel frigo

15 giu 2022
mario borra
Cronaca
I raggiri nella zona, negli ultimi mesi, sono stati diverse decine
I raggiri nella zona, negli ultimi mesi, sono stati diverse decine
I raggiri nella zona, negli ultimi mesi, sono stati diverse decine
I raggiri nella zona, negli ultimi mesi, sono stati diverse decine
I raggiri nella zona, negli ultimi mesi, sono stati diverse decine
I raggiri nella zona, negli ultimi mesi, sono stati diverse decine

di Mario Borra

Allarme rosso, doppia truffa a segno ieri mattina a Bertonico e Castiglione d’Adda e la Bassa Lodigiana è di nuovo sotto scacco dei soliti ignoti che sembra proprio abbiamo preso di mira il territorio. Ormai infatti non si contano più gli episodi di raggiri con vittime sempre persone anziane: sono diverse decine sicuramente i casi negli ultimi mesi.

I truffatori sono entrati in azione, ieri mattina, poco dopo le 11, a Bertonico in via Aldo Moro, la strada parallela di via Paolo VI che poi sbuca in via Garibaldi. Si sono presentati in due, ma uno è rimasto nelle vicinanze prima di entrare in azione: il primo individuo che ha suonato il campanello, fingendosi tecnico di una società idrica, ha poi convinto le vittime a prendere gli oggetti in oro, che conservavano in casa, il portafoglio e il telefono cellulare, e a metterli nel frigorifero.

La coppia ha eseguito la raccomandazione del malvivente per scongiurare finti problemi alla rete dell’acqua e poi è uscita nel giardino accompagnata dallo sconosciuto. Una telefonata al complice ha dato il via libera alla razzia: infatti l’altro bandito all’esterno, al segnale, è entrato in casa ed ha prelevato il bottino dal frigo ed è scappato insieme al compare.

Dopo alcuni attimi di disorientamento, gli anziani hanno capito che si era trattato di una truffa ed hanno chiamato i carabinieri i quali sono arrivati per effettuare il sopralluogo.

A Castiglione d’Adda, invece, probabilmente gli stessi malviventi che hanno agito a Bertonico, hanno utilizzato la tecnica dello spray urticante spruzzato nell’ambiente per aprirsi la strada e convincere la vittima a mettere i soldi e ori al sicuro. Ovviamente era solo un modo per poi poterli prendere e fuggire. E così è stato.

Il colpo è avvenuto in via Papa Giovanni XXIII e i “professionisti“ del raggiro si sono finti tecnici di una società elettrica.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?