Carabinieri in azione
Carabinieri in azione

Codogno (Lodi), 11 aprile 2018 - Il trucco delle monetine sparse per terra è andato ancora a segno e ieri mattina, attorno alle 12.30, una donna è stata derubata. Brutta avventura per una 78enne codognese che, dopo aver prelevato una certa somma dalla sede della Banca Popolare di Lodi, in pieno centro storico, si è spostata in periferia per recarsi in un punto vendita Famila. Ed è qui che è scattato il piano dei malviventi che, purtroppo, è andato a segno.

Secondo quanto ricostruito, la vittima era entrata nell’istituto di credito di via Roma per prelevare circa duemila euro in contanti. Servivano probabilmente per fare alcuni acquisti visto che, poco dopo, la donna si è diretta appunto verso il supermercato Famila di viale Marconi. Non sapeva però che molto probabilmente era stata seguita in tutti i suoi spostamenti, da quando era uscita dalla banca fino alla sua destinazione finale prima del blitz. Infatti il sospetto è che i ladri l’abbiano controllata per capirne le mosse e solo dopo avrebbero agito. La signora è giunta in auto al Famila ed ha posteggiato ma, una volta scesa dall’abitacolo, sono entrati in azione i truffatori. Uno le si è avvicinato e, secondo quanto appreso, l’ha distratta facendo cadere alcune monetine davanti a lei: il trucchetto è servito per dare tempo al complice di entrare in azione e di sfilare dall’abitacolo la busta contenente il denaro. Portato a termine il colpo, i «manolesta» sono fuggiti e, poco dopo, la donna si è accorta di quanto era avvenuto: ha guardato dov’era la busta, ma non c’era più. Volatilizzata.

La vittima ha chiamato subito le forze dell’ordine e sono stati mobilitati i carabinieri e la Polizia municipale. Sono state anche acquisite alcune immagini delle telecamere a circuito chiuso di proprietà comunale. Resta il fatto che i giorni di mercato a Codogno si stanno rilevando i più «vulnerabili»: infatti, negli ultimi mesi, proprio di martedì o venerdì sono stati portati a termine diversi raggiri ai danni soprattutto di persone più anziane.