Quotidiano Nazionale logo
16 apr 2022

Aspirante ladro tradito dalle telecamere delle Poste

Gli occhi elettronici hanno registrato i movimenti sospetti e dato l’allarme

I carabinieri sono arrivati tempestivamente,. avvisati dagli operatori milanesi
I carabinieri sono arrivati tempestivamente,. avvisati dagli operatori milanesi
I carabinieri sono arrivati tempestivamente,. avvisati dagli operatori milanesi

Stava cercando di entrare da una piccola finestra posta sul retro degli uffici ma il sistema anti-intrusione delle Poste di Sordio ha fatto il proprio dovere: è riuscito infatti a fare desistere lo sconosciuto dall’assalto che aveva programmato, tanto che l’apirante ladro si è dato alla fuga.

L’episodio è avvenuto l’altra notte intorno alle 3 e mezza. Un malvivente a volto coperto si è infatti materializzato sul retro dell’Ufficio postale ma non ha fatto in tempo a introdursi, come avrebbe voluto, nei locali che avrebbe voluto razziare. Gli operatori delle sale di controllo di Milano di Poste Italiane hanno notato i movimenti sospetti, inviati dalle telecamere di Sordio sui loro monitor, e avvisato tempestivamente i carabinieri.

Negli uffici postali della città di Lodi e della provincia sono presenti oltre 80 impianti di videosorveglianza a circuito chiuso, composti da circa 177 telecamere. Ma gli investimenti delle Poste sulla sicurezza non si limitano alle telecamere: 52 sportelli sono dotati di caveau blindato con speciali casseforti ad apertura temporizzata, mentre i Postamat hanno un sistema cosiddetto a ghigliottina, una struttura blindata che garantisce la protezione della feritoia attraverso cui passa il denaro. In Lombardia l’infrastruttura di sicurezza di Poste Italiane ha consentito di sventare nel 2021 il 60 per cento di furti e rapine.

M.B.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?