Laura Fusetti al Milan (Foto Facebook)
Laura Fusetti al Milan (Foto Facebook)

Rescaldina (Milano), 15 luglio 2019 - Un legame inscindibile. Quello fra il Milan e Rescaldina è un rapporto che prosegue, in maniera peraltro particolarmente felice, ormai da decenni. E continua anche quest'anno, visto che Laura Fusetti sarà anche per la prossima stagione una calciatrice della società rossonera. Centrocampista veloce, intelligente e dal grande senso tattico, Laura Fusetti ha fatto parte della spedizione della Nazionale azzurra ai Mondiali femminili di calcio in Francia. Una spedizione che ha visto l'Italia fermarsi poco prima delle semifinali, ma che ha anche finalmente portato in modo definitivo alla ribalta il mondo del calcio femminile. Questa è una disciplina che in tutto l'Altomilanese sta vivendo un momento di grande sviluppo, viste le numerose società che da qualche stagione si stanno muovendo per allestire una compagine femminile il più possibile competitiva. Ma scopritori di talenti non ci si improvvisa e allora tanto vale prendere esempio da quelli che in tutta la regione sono fra i migliori da questo punto di vista: i tecnici della Carcor di Rescaldina.

Una società che ha un record invidiabile: dai suoi settori giovanili hanno spiccato il volo nel corso degli ultimi decenni diventando rappresentanti delle rispettive Nazionali di calcio. Qualche nome: si parte dal grande Peter Pan ovvero Marco Simone per arrivare a Matteo Darmian, passando per le donne Laura Fusetti e la giovanissima Anna De Zen, convocata da poco in Nazionale femminile Under 17. Fusetti, Darmian e Simone: tutti e tre talenti catturati dall'orbita Milan. E se si parla di Milan, ma questa volta legato alla frazione Rescalda, non si può non pensare ad Ignazio Abate: anche il terzino, nonostante il padre Beniamino sia stato allenatore dei portieri dell'Inter, è stato affascinato dai colori rossoneri. Il Milan, insomma, guarda spesso con interesse a Rescaldina e soprattutto al grande lavoro che svolge la Carcor, una società che dell'attenzione ai giovani e alle giovani ha fatto un proprio marchio di fabbrica. E di incredibile qualità. La speranza è che siano ancora numerosi gli atleti che possano far conoscere il nome della società e del paese ai più alti livelli del calcio e anche di altre discipline sportive.