Fondazione Melograno. Appello alla Regione:: "Rafforzare i servizi"

Responsabili de "Il Melograno Anffas" chiedono potenziamento servizi per disabili. Commissione Sociale Lombardia visita struttura, evidenziando necessità di ristrutturazioni e lista d'attesa.

Rafforzare i servizi educativi e riabilitativi per le persone disabili nell’Abbiatense e nel Magentino. Questa la richiesta avanzata dai responsabili de “Il Melograno Anffas”, centro servizi integrato per le persone con disabilità, nel corso di una visita alla struttura da parte della Commissione Sociale del consiglio regionale della Lombardia in occasione del 40° anniversario di attività del centro. La struttura, inserita nella rete Anffas, sarà affiancata prossimamente dalla Fondazione Piatti di Varese per la gestione dei servizi. Attualmente ospita un Centro diurno disabili con 30 utenti, una Comunità socio sanitaria con 10 utenti e una Comunità alloggio “Dopo di noi” con 10 utenti ospiti. Le strutture sono state realizzate 25 anni fa e servono lavori di ristrutturazione urgenti. Inoltre ci sono 43 famiglie in lista di attesa. Sono 41 gli operatori socio-assistenziali e sanitari impiegati nella struttura e un centinaio i volontari che si occupano di attività collaterali, ricreative e di svago in favore delle persone ospitate. Il presidente della Commissione Sociale e la consigliera del territorio magentino e abbiatense sono stati accolti dal presidente di Anffas onlus Abbiategrasso Massimo Simeoni, da Alberto Gelpi, presidente della Fondazione “Il Melograno”, Massimiliano Arosio, della Direzione servizi di Fondazione Piatti, e Marianna Gellera, responsabile del progetto.