Lecco, muro della baita cede e travolge 65enne: morto seppellito dalle macerie

Crandola Valsassina, l’uomo stava ristrutturando da solo l'immobile in mezzo ai boschi quando è stato investito dal cumulo di pietre e mattoni. Per lui non c’è stato scampo

I vigili del fuoco a Crandola Valsassina

I vigili del fuoco a Crandola Valsassina

Crandola Valsassina (Lecco), 21 febbraio 2024 – Il muro della baita gli è crollato addosso e lo ha ucciso. A morire sotto le macerie nel tardo pomeriggio di oggi è stato un pensionato di 65 anni di Lecco. L'infortunio letale è successo a Vegno, frazione di Crandola Valsassina, dove il 65enne stava ristrutturando con le proprie mani e da solo una sua baita in mezzo ai boschi.

Una parete del vecchio immobile di montagna ha ceduto di schianto e lo ha travolto, seppellendolo sotto un cumulo di pietre, mattoni e calcinacci. Per soccorrerlo sono stati mobilitati i sanitari dell'automedica di Lecco con i volontari della Croce rossa di Premana, insieme ai i tecnici volontari del Soccorso alpino della squadra di Premana della stazione di Valsassina e Valvarrone della XIX Delegazione Lariana e ai i vigili del fuoco di Lecco, che li hanno aiutati a raggiungere il posto, in una zona impervia e difficilmente accessibile e a mettere in sicurezza lo stabile.

Quando lo hanno trovato e disseppellito, il 65enne era però morto e non è stato possibile nemmeno provare a rianimarlo.