Corenno Plinio conquista la bandiera arancione: cosa ha colpito gli ispettori

La piccola frazione di Dervio ha ottenuto il riconoscimento da Anci: in provincia di Lecco va a fare compagnia a Bellano

La rievocazione storica a Corenno Plinio (Cardini)
La rievocazione storica a Corenno Plinio (Cardini)

Dervio, 27 dicembre 2023 – La bandiera arancione, il vessillo dei borghi più belli d’Italia, ora sventola pure a Corenno, il borgo dei mille gradini di Dervio, che si affaccia direttamente sul lago di Como, dove paesaggio e panorami mozzafiato si unisco a storia, cultura e architettura.

Gli esperti di Anci, Associazione nazionale comuni italiani, hanno concesso a Corenno la bandiera dei borghi più belli d’Italia, che sono meno di quattrocento in tutto il Paese, 24 in tutta la Lombardia, di cui due - con Bellano - in provincia di Lecco. Altri sul Lario non ce ne sono.

"Questo risultato è la dimostrazione che il progetto di riqualificazione turistica di Dervio e in particolare di Corenno ha centrato nel segno – commenta il sindaco Stefano Cassinelli –. Quando gli ispettori sono arrivati a Corenno per le verifiche, sono rimasti colpiti dalla bellezza del luogo e dalla progettualità turistica a lungo termine. Abbiamo costruito un progetto di rilancio, abbellimento e valorizzazione di Corenno. Il merito è dell’impegno del mio vice e assessore al Turismo Luca Mainoni e del capogruppo Angelo Sandonini".

A Corenno sono stati eseguiti molti interventi per rendere il borgo più accogliente: sono stati riqualificati gli scalotti, che sono le caratteristiche scale scavate nella roccia, sono stati istituiti parcheggi a pagamento per evitare la sosta selvaggia, è stato introdotto un contributo di ingresso, di quattro euro a persona (tre il ridotto), in modo da reperire le risorse necessarie per garantirne pulizia e manutenzione, ordinaria e straordinaria.

I visitatori che hanno pagato il biglietto solamente quest’anno sono stati quasi 15mila. Corenno risale a prima dell’epoca romana, per poi diventare un borgo medioevale e un feudo fortificato.

Il toponimo Corenno Plinio risale al 1863 dopo la costituzione del Regno d’Italia in onore di Plinio il Giovane, magistrato dell’Impero Romano vissuto tra il 60 o il 61 e il 112 o il 113, originario di Como, che a Corenno potrebbe aver posseduto una villa.

A Corenno, oltre alle scalotte e al castello, è di rilevante interesse la chiesa di San Tommaso di Canterbury, che risale almeno al XIII secolo. Ci sono poi il molo, la darsena, la fontana e il lavatoio pubblici.