Carbonate, esplode un cascinale in ristrutturazione: due ustionati

L'immobile avrebbe dovuto essere disabitato perché sono in corso alcuni lavori. Forse i due stranieri trovati all’interno avevano acceso un fuoco per scaldarsi

Il cascinale dove si è verificata l'esplosione

Il cascinale dove si è verificata l'esplosione

Carbonate (Lecco), 4 febbraio 2023 – Un boato, poi le fiamme. Sabato sera in un in un edificio rustico a Carbonate si è verificata un'esplosione che ha innescato un incendio. Nell'immobile non avrebbe dovuto trovarsi nessuno, perché l'edificio è in fase di ristrutturazione.

Dentro però c'erano due persone, due stranieri, che sono stati soccorsi dai vigili del fuoco e dai sanitari di Areu perché rimasti ustionati.

L'allarme è scattato ieri sera, in via Damiano Chiesa. Lo hanno lanciato i residenti della zona, dopo aver udito una deflagrazione che ha fatto tremare i vetri delle finestre delle abitazioni e sollevato il tetto del cascinale. Sul posto si sono precipitati i vigili del fuoco dei comandi provinciali di Como e di Varese con a bordo di due autopompe, due autobotti e un'autoscala. Ingente pure la mobilitazione dei soccorritori del 118 con i sanitari di un'automedica, un'autoinfermieristica e i volontari di diverse associazioni di soccorso con tre ambulanze. Con loro anche i carabinieri.

Due persone sono state evacuate. Gli operatori del 115 hanno impiegato alcune ore per circoscrivere e spegnere il rogo che si è sviluppato e mettere in sicurezza lo stabile. Gli accertamenti per stabilire le cause dello scoppio sono ancora in corso: forse i due stranieri trovati nel casolare hanno acceso un falò per scaldarsi ma che ha fatto esplodere i solventi e il diverso materiale infiammabile depositato nel rustico.