Canile e gattile di Merate, il progetto c’è. Però mancano i fondi

Sorgerà dove attualmente si trova l’unico rifugio comunale dedicato agli animali abbandonati di tutta la provincia di Lecco

La struttura servirà per accogliere i randagi accalappiati in provincia
La struttura servirà per accogliere i randagi accalappiati in provincia

Merate (Lecco) – Randagi e trovatelli avranno una nuova casa. La condivideranno con tutti gli amanti degli amici a quattro zampe. Sorgerà a Merate il nuovo canile e gattile polifunzionale provinciale, dove attualmente si trova già l’unico rifugio comunale per animali abbandonati di tutta la provincia.

La struttura, che verrà ampliata, al momento viene utilizzata per ospitare cani e gatti che vagano in 30 paesi della zona, mentre in futuro servirà per accogliere i randagi accalappiati in tutti 84 i comuni lecchesi. La futura nuova casa degli animali sarà formata da: un canile sanitario; un canile rifugio; un gattile sanitario e un gattile rifugio; un ambulatorio veterinario per curare e operare sia i più fedeli amici dell’uomo e i gatti ricoverati nel centro, sia quelli di quanti non possono permetterselo perché indigenti; una sala per riunioni e incontri di promozione ed educazione cinofila piuttosto che corsi di pet teraphy; aree di sgambamento e attività all’aperto; un’autorimessa per i mezzi per il recupero di animali vaganti e per un’ambulanza di pronto soccorso veterinario.

Il progetto prevede una superficie minima di 7mila metri quadri di terreno disponibile, che potrà però diventare di 1 ettaro, cioè di 10mila mq, ampliando l’area verde a parco. La superficie coperta prevista è di circa 400 metri quadri, più i box di ricovero, per circa altri 600 metri quadri di superficie coperta. La location individuata è appunto quella dell’attuale canile e delle zone attigue. "Ringrazio gli amministratori locali di Merate per la disponibilità dimostrata – sottolinea Carmelo Scarcella, direttore generale di Ats Brianza, che ha sollecitato la realizzazione del canile sanitario provinciale -. Questa struttura diventerà un prezioso presidio per tutto il territorio. È un progetto ambizioso".

"Abbiamo accolto con entusiasmo la proposta di realizzare a Merate un nuovo canile che diventi punto di riferimento per tutta la provincia", sono le parole del sindaco di Merate Massimo Panzeri. Mentre i progetti ci sono, le aree pure e anche le idee, mancano tuttavia le risorse necessarie per tradurre in realtà quanto disegnato sulla carta. In provincia di Lecco si contano 50mila cani e 15mila gatti, almeno quelli registrati ufficialmente.