Leo Callone
Leo Callone

Gravedona (Como), 12 luglio 2015  - Emozioni, abbracci e sorrisi hanno accolto Leo Callone dopo 16 chilometri di nuoto da Bellano a Gravedona per il ritorno all'attività del nuotatore che dopo cinque anni ha sconfitto due tumori. «Mi sono svegliato molto emozionato – spiega il nuotatore – mi sembrava la prima volta. Una così lunga inattività e il fisico che è stato provato dalla malattia mi facevano paura, mi si affollavano in testa tanti pensieri. Poi, nel pomeriggio, il contatto con l'acqua ha spazzato via i pensieri negativi e le preoccupazioni, mi sentivo bene, in forma, carico e convinto. Ho sentito che le braccia c'erano e che potevo arrivare a Gravedona dove mi aspettava tanta gente per festeggiare la fine di un brutto periodo e spero l'inizio di altre belle esperienze». Condizioni meteo favorevoli, una temperatura dell'acqua intorno ai 20 gradi e una preparazione durata mesi hanno consentito al «Caimano del Lario» di vincere la sua sfida.