Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
1 mar 2021

Pagamenti elettronici, la spinta di virus e cashback

Un primo bilancio dell’iniziativa del governo Conte

1 mar 2021
andrea telara
Economia
Quasi il 44% dei pensionati ha usato per la prima volta le nuove tecnologie durante la pandemia
Quasi il 44% dei pensionati ha usato per la prima volta le nuove tecnologie durante la pandemia
Quasi il 44% dei pensionati ha usato per la prima volta le nuove tecnologie durante la pandemia
Quasi il 44% dei pensionati ha usato per la prima volta le nuove tecnologie durante la pandemia
Quasi il 44% dei pensionati ha usato per la prima volta le nuove tecnologie durante la pandemia
Quasi il 44% dei pensionati ha usato per la prima volta le nuove tecnologie durante la pandemia

di Andrea Telara Più di 7,6 milioni di aderenti, oltre 229 milioni di transazioni e circa 13,5 milioni di strumenti di pagamento attivati. Sono i numeri dall’inizio dell’anno del Cashback (aggiornati al 22 febbraio scorso), cioè l’iniziativa con cui il governo Conte Bis ha voluto dare una spinta ai pagamenti digitali, consentendo ai cittadini di avere un rimborso in denaro, proporzionale alle somme spese con gli strumenti tracciabili come le carte di credito o il bancomat. Lo scopo è di combattere l’uso del denaro contante, dietro al quale si nascondono spesso pagamenti in nero e pratiche di evasione fiscale. È ancora presto per tirare un bilancio degli effetti del Cashback, cioè per capire se tale iniziativa è servita per far crescere davvero l’uso della moneta elettronica o se invece andrà soltanto a beneficio di chi già fa ricorso ai pagamenti digitali. Per ora, fanno fede i dati raccolti dal governo con l’applicazione IO, che deve essere scaricata dai consumatori per poter aderire al Cashback di Stato. Le statistiche disponibili con sentono almeno di tracciare un primo identikit degli utilizzatori di carte di credito e di pagamenti elettronici che aspettano il rimborso delle somme spese. In poco più di 7 settimane trascorse dall’inizio dell’anno, oltre 1,5 milioni di persone ha svolto sinora con le carte o il bancomat un numero di transazioni compreso tra 10 e 19 (in media tra due e tre la settimana). Poco meno di 1,5 milioni di italiani hanno invece effettuato nei primi due mesi dell’anno tra 20 e 29 operazioni e un’altra "fetta" di quasi 1,5 milioni di persone si è fermata a meno di 10 pagamenti. Molto meno numerosi, invece, sono i nostri connazionali che aderiscono al Cashback e che usano gli strumenti elettronici con molta frequenza: non più di un milione di consumatori ha fatto ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?