Milano, 12 maggio 2021 - Spostare la data del richiamo della vaccinazione anti-covid? Per ora in Lombardia non se ne parla. Il tema, diventato d'attualità con l'avvicinarsi delle vacanze e con la richiesta di molti cittadini di anticipare o positicipare la seconde dose di vaccino perché in villeggiatura fuori regione, è stato affrontato questa mattina dal direttore generale al Welfare al Pirellone Giovanni Pavesi in commissione sanità, facendo il punto sulla campagna di immunizzazione: "In linea di principio, al momento, non autorizziamo la modifica della data di somministrazione della seconda dose"  taglia corto Pavesi, che poi spiega: "E' in corso un'interlocuzione  in Conferenza Stato-Regioni per capire se si possa trasferire nella sede di vacanza della persona la seconda dose, ma in questo momento non siamo in grado, dal punto di vista della prenotazione e della disponibilita' di vaccini, di dare una risposta positiva". L'unica deroga  "per la seconda dose degli insegnanti che fossero impegnati nelle attivita' di scrutini di esami, ma in linea di principio la data della seconda dose e' quella fissata".

Vaccinazioni in azienda

Sull'avvio delle vaccinazioni in azienda "il generale Figliuolo è stato tassativo sul fatto che non potrà essere presa in considerazione prima del mese di giugno. Attualmente non ci sono le dosi disponibili per poter avviare queste somministrazioni", ha ribadito Giovanni Pavesi. Il Piano di consegna dei vaccini è definito fino alla fine del mese i maggio e ad oggi "non saremmo quindi in grado di aprire ulteriori punti di vaccinazione" senza dover tagliare le somministrazioni già programmate. Quindi, la "disponibilità di dosi di vaccini non ci consente di fare una programmazione per la somministrazione delle aziende per lo meno fino a fine maggio". La Regione Lombardia, ha aggiunto Pavesi, ha già preparato "un protocollo che ricalca le indicazioni nazionali, presentato ieri in un`incontro con le associazioni di categoria datoriali e sindacati".

Insegnanti e personale scolastico: si riparte

Le prenotazioni per la prima dose di vaccino agli insegnanti e personale scolastico riaprono "da domani, mentre per la seconda dose stanno arrivando sms con la data" dell'appuntamento. In particolare "domani l'Ats di Milano manda l'sms". Pavesi ha ricordato che "c'è una parte di insegnanti che è rimasta fuori dalla prima fase di vaccinazione" dedicata alla categoria in quanto la campagna di prenotazioni era stata sospesa "come da indicazione del commissario quando abbiamo aperto ai settantenni". "Chi non era riuscito a prenotarsi quando abbiamo escluso la categoria potrà farlo sul portale da domani".

Case di riposo

Anche se a singhiozzo le case di riposo per anziani stanno riaprendo le visite ai parenti in Lombardia. Per poter entrare nella struttura, pero', se non si e' stati vaccinati, bisogna aver effettuato un tampone. La Regione sta pensando di far in modo che il costo del test sia a carico del servizio sanitario e non del visitatore o delle Rsa. "Questi tamponi potrebbero rientrare nella dotazione di screening periodici (quindi nei test che le Ats forniscono alle Rsa per il contact tracing, ndr)", ipotizza durante la commissione Sanita' al Pirellone, il direttore generale