Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
30 lug 2021
30 lug 2021

False dichiarazioni per ricevere il reddito di cittadinanza: truffe ad Agrigento e Viterbo

In Sicilia 70 denunciati per aver presentato false autocertificazioni

30 lug 2021
People attend to request for citizenship wage in a CGIL CAF (Centro Assistenza Fiscale - Fiscal Assistance Center) in Naples, Italy,06  March 2019. The government's 'citizenship wage' basic income kicked off on Wednesday when the official website started taking applications for the new benefit.Primo giorno per richiedere il reddito di cittadinanza nel Caf  della CGIL a Napoli 6 marzo 2019.
ANSA / CIRO FUSCO
Reddito di cittadinanza (Ansa)
People attend to request for citizenship wage in a CGIL CAF (Centro Assistenza Fiscale - Fiscal Assistance Center) in Naples, Italy,06  March 2019. The government's 'citizenship wage' basic income kicked off on Wednesday when the official website started taking applications for the new benefit.Primo giorno per richiedere il reddito di cittadinanza nel Caf  della CGIL a Napoli 6 marzo 2019.
ANSA / CIRO FUSCO
Reddito di cittadinanza (Ansa)

Viterbo, 30 luglio 2021 - Percepivano il reddito di cittadinanza senza averne diritto. Le truffe sono state scoperte a Viterbo e Agrigento

 In Sicilia i carabinieri  hanno denunciato alle Procure della Repubblica di Agrigento e Sciacca, oltre 70 persone residenti nell'intera provincia, individuati quali "indebiti percettori del beneficio del reddito di cittadinanza". L'attività di polizia giudiziaria ha consentito di "riscontrare molteplici irregolarità in relazione alle autocertificazioni prodotte per ottenere il sostegno economico".  

La truffa all'Inps è stata scoperta dai carabinieri di Montefiascone insieme ai colleghi del Nucleo Ispettorato del Lavoro di  Viterbo, durante una serie di controlli  mirate a a riscontrare l'effettiva sussistenza dei previsti requisiti personali, reddituali e patrimoniali che consentono la percezione del reddito di cittadinanza. E dalle indagini sulle posizioni ritenute dubbie sono state individuate 4 persone provenienti da altri paesi che, al fine di ottenere il sostegno economico statale, avevano dichiarato falsamente all'Inps di essere residenti in Italia da più di 10 anni.  Tutti sono segnalati alle autorità competenti che hanno immediatamente sospeso l'erogazione e provvederanno al recupero della somma concessa. Complessivamente 20.000 euro il denaro illecitamente incassato a danno delle casse dello Stato. Contestualmente i militari hanno informato la Procura della Repubblica di Viterbo, falsa attestazione a pubblico ufficiale e indebita percezione del reddito di cittadinanza i reati contestati.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?