Protezione civile nei luoghi dell'alluvione comasca
Protezione civile nei luoghi dell'alluvione comasca

Era previsto ed è arrivato, dando ragione alle previsioni meteo e alle Regioni del Nord Italia che avevano fatto scattare lo stato di allerta. Il maltempo ha colpito prima il Piemonte ma nelle prossime ore si sposterà un po' su tutto il nord con violenti temporali in Lombardia e vento forte in Liguria. 


 

Frane e tetti scoperchiati in Piemonte

Ad essere già colpito il Piemonte. Tetti scoperchiati e alberi caduti questo pomeriggio in diversi comuni della Granda: Fossano Alba, Bra, Dogliani, Racconigi e Sommariva Perno. Sul luogo sono intervenuti i volontari di protezione civile del Coordinamento di Cuneo, Vigili del Fuoco e Volontari di Cuneo e di altri distaccamenti. Arpa Piemonte ha comunicato temporali di forte intensita' su eporediese e vercellese. A creare i maggiori disagi sono i violenti temporali, anche con forti grandinate, che si stanno abbattendoi su diverse zone della regione. Decine le telefonate al numero di emergenza per allagamenti e danni provocati dal maltempo. A Fossani sono caduti chicchi di ghiaccio di grandi dimensioni, mentre a Villafalletto una grandinata ha imbiancato il paese provocando danni. Le piogge hanno anche provocato una frana a Vinadio, sulla statale del colle della Maddalena in alta valle Stura.

In Lombardia, grandinata ai Piani dell'Avaro

In Lombardia, in provincia di Bergamo, un violento acquazzone si è abbattuto nel tardo pomeriggio di oggi sulla valle Brembana, nel Bergamasco, dove si sono registrati vento e grandine: una frana a Mezzoldo, un grosso albero è caduto sulla strada tra Olmo al Brembo e Piazzolo, grandinate (anche con chicchi di grosse dimensioni) si sono registrati in diversi comuni dell'alta valle, blackout elettrici a Roncobello, Piazza Brembana, Averara, Santa Brigida e Olmo al Brembo. La violenta grandinata si è abbattuta ai Piani dell’Avaro ricoprendo  rifugio di una coltre bianca che è stato necessario spalare. Danneggiati ombrelloni,  tavolini e poltrone. 

 

Previsioni meteo

Un maltempo figlio di un'area perturbata di origine atlantica che sta raggiungendo le regioni settentrionali del nostro Paese, con  fenomeni temporaleschi sparsi anche violenti che, entro domenica, raggiungeranno tutto il nord e la Toscana settentrionale. Oltre ai temporali  sono previsti venti forti sulla Liguria e sull'appennino settentrionale in estensione, dalle prime ore di domani, a tutte le aree appenniniche centrali e a parte di quelle meridionali.  Temperature in lieve calo con massime comprese tra i 30 e i 35 gradi. Venti deboli o moderati di direzione variabile e mari poco mossi o mossi. Pioggia a Milano e Torino, con temperature di 31 e 26 gradi. Ma se il Nord è colpito ancora dal matempo, al Sud ed al Centro  permarranno temperature elevate per diversi giorni, con il conseguente rischio roghi.

L'allarme della Protezione Civile

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d'intesa con le regioni coinvolte - alle quali spetta l'attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati - ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse che potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche . L'avviso prevede dalla serata di oggi, sabato 31 luglio, precipitazioni intense, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Veneto e Friuli Venezia Giulia, in estensione dalle prime ore di domani ad Emilia-Romagna, Liguria e Toscana centro-settentrionale. Inoltre, dalle prime ore di domani, domenica 1 agosto, sono attesi venti da forti a burrasca sud-occidentali su Liguria, Toscana, Marche, sui settori appenninici di Emilia-Romagna, Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise e localmente sulla Puglia settentrionale. Previste mareggiate lungo le coste di Liguria e Toscana. Sulla base dei fenomeni previsti e in atto è stata valutata per le giornate di oggi e domani, domenica 1 agosto, allerta rossa sulle Prealpi occidentali in Lombardia, allerta arancione, sempre per oggi e domani, su gran parte della Lombardia, allerta gialla, per la giornata di domani su gran parte delle regioni settentrionali e sulla Toscana.

Giorgetti: "Serve impegno di tutti"

"Voglio portare la mia vicinanza personale e del governo - ha spiegato il ministro Giancarlo Giorgetti - alle persone e agli amministratori che stanno vivendo giorni drammatici. Sto seguendo con la presidenza del Consiglio la richiesta dello stato di emergenza per i paesi della Lombardia più colpiti". "Ci deve essere - ha aggiunto - un impegno da parte di tutti per lavorare sulla prevenzione affinché queste cose non accadano di nuovo. Le istituzioni, Stato, Regione e comune, ognuno per la parte di competenza, deve studiare e mappare il territorio affinché queste drammatiche situazioni non si ripetano".