Inferno sulla A1: un tir, un'autocisterna e un'auto si sono scontrati. Uno dei mezzi pesanti è andato a fuoco. Due le vittime, i conducenti del tir e dell'autocisterna. Sono entrambi lombardi: S.C. valtellinese classe 1961 e D.B., bresciano classe 1971. Le due donne tedesche che erano a bordo della vettura coinvolta nel tamponamento sono riuscite a uscire dall'abitacolo subito dopo lo schianto, prima che la loro quattro ruote iniziasse a bruciare. Si sono messe in salvo, allontanandosi a piedi sulla carreggiata.

L'incidente si è verificato verso le 11, al chilometro 67 dell'Autosole in direzione Milano. La polizia stradale, intervenuta sul posto insieme ai vigili del fuoco, ai soccorritori del 118 con ambulanza e automedica e ai mezzi tecnici di Autostrade per l'Italia, ha dovuto chiudere l'autostrada tra i caselli di Piacenza Sud e Fiorenzuola. Nel tratto chiuso il traffico si è bloccato e si sono formate code di quattro chilometri verso Bologna e 5 chilometri in direzione di Milano. Cinque i chilometri di fila anche all'uscita obbligatoria di Fiorenzuola in direzione di Milano e 9 chilometri di incolonnamento all'uscita di Piacenza Sud in direzione di Bologna. 

Per consentire le operazioni di spegnimento del rogo i vigili del fuoco hanno creato un'area di sicurezza. Le fiamme, secondo i primi accertamenti, sono divampate dalla cisterna coinvolta nell'incidente che trasportava Gpl. È in corso la distribuzione di bottigliette d'acqua alle persone in coda, da parte del personale della Direzione di tronco di Milano di Autostrade per l'Italia. 

Autostrade per l'Italia consigliava gli automobilisti di uscire a Piacenza Sud, percorrere la strada statale 9 Via Emilia con rientro a Fiorenzuola in direzione di Bologna, con un percorso inverso per chi viaggia verso Milano. Il traffico in direzione del capoluogo lombardo è stato deviato sulla diramazione di Fiorenzuola, per poi seguire la A21 verso Brescia e infine la A4 in direzione di Milano. Per le lunghe percorrenze si raccomanda invece di percorrere la A22 del Brennero e la A4 Torino-Trieste.

Nel primo pomeriggio l'intervento delle squadre di 25 operatori, al lavoro con numerosi mezzi, ha concesso di liberare gli utenti accodati all'interno del tratto chiuso, grazie all'apertura di varchi nello spartitraffico, per l'inversione di marcia e l'allontanamento in sicurezza dal luogo dell'incidente. Conclusa la prima fase di gestione dell'incendio occorso all'autocisterna, la task force composta da addetti della Direzione di Tronco di Milano di Autostrade per l'Italia, agenti della Polizia stradale e Vigili del Fuoco, ha consentito la riapertura al transito di una corsia di traffico in direzione Sud dove i veicoli stanno lentamente abbandonando l'area. 

Nel tardo pomeriggio, verso le 17.30, è stato riaperto il tratto autostradale della A1 tra Piacenza Sud e Fiorenzuola chiuso per consentire le operazioni di spegnimento dell'incendio. Verso le 19 il traffico in direzione Bologna - spiegano da Autostrade per l'Italia - transitava su una sola corsia dove si registrano 2 chilometri di coda.