Fréjus, la Torino-Lione al palo e l’incubo frane

Italia e Francia hanno deciso di non chiudere il tunnel del Monte Bianco, nonostante un cantiere di 15 settimane. La riapertura dei binari non è possibile entro la prossima settimana. Attivo solo il valico autostradale con limitazioni per i mezzi.

Fréjus

Fréjus

Alla fine Italia e Francia hanno dovuto soprassedere e decidere che il tunnel del Monte Bianco, destinato a chiudere da questa settimana per un cantiere di quindici settimane, non si sarebbe fermato. Impossibile per le ferrovie francesi, titolari dell’opera, rimettere in sicurezza il tratto di binari oltre il traforo del Fréjus coperto da una frana che si è staccata in Savoia il 27 agosto scorso. Impossibile, quindi, entro la prossima settimana assicurare alle imprese italiane e francesi la riapertura dei binari. Attivo solo il valico autostradale, ma con limitazioni alle dimensioni dei mezzi: si passa solo fino a 3,5 tonnellate.