Cernusco, banda del bancomat in azione con auto-ariete ed esplosivo

Colpo alla Bcc di via don Mazzolari, residenti svegliati in piena notte da un forte boato. Bottino incerto ma danni ingenti, caccia ai malviventi

Cernusco sul Naviglio (Milano) – Lo schianto e poi l'esplosione alle quattro del mattino, uno scenario da catastrofe: banda del bancomat in azione alla Bcc di via don Mazzolari a Cernusco sul Naviglio con auto ariete e acetilene, devasta e fugge. Con un bottino ancora incerto. Ma lasciandosi alle spalle un disastro.

Mancava poco alle quattro, la notte scorsa, quando i residenti della via su cui si affaccia la filiale dell'istituto di credito, sotto un porticato, sono stati buttati giù dal letto dal fragore provocato dall'urto dell'auto, una Panda, contro i muri esterni dell'edificio, e poi da un fortissimo boato. Mentre l'allarme alle forze dell'ordine partiva, molti cittadini si erano già riversati in strada. Secondo quanto ricostruito, e secondo quanto sarà con ogni probabilità restituito dall'impianto di videosorveglianza esterno all'istituto, i malviventi, non si sa quanti, sono arrivati con due auto. Una di queste, l'utilitaria, è stata usata come ariete e poi abbandonata sul posto. A ingresso sfondato l'esplosivo, azionato con la classica ‘marmotta’. Poi la veloce raccolta del bottino e la fuga.

Sul posto, dall'alba, dirigenti e impiegati della filiale, a constatare il danno. In pista, da subito, i carabinieri di Pioltello, che hanno eseguito rilievi di ore sul posto e sono alla ricerca dei banditi, per ora scomparsi nel nulla. Così come, naturalmente, il denaro.