Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
30 lug 2022

Via libera abbattimento lupi "problematici", ma i cacciatori hanno paura. Ecco perché

Il land Tirolo autorizza la caccia all'esemplare "158 Matk", che ha sbranato una quarantina di pecore. Il presidente dei cacciatori tirolese frena: rischio ritorsioni

30 lug 2022
A Wolf (Canis lupus) is pictured on October 19, 2013 at the Alpen zoo in Innsbruck , some 450 kilometers west of Vienna.    AFP PHOTO/DIETER NAGL
Un lupo (Afp)
A Wolf (Canis lupus) is pictured on October 19, 2013 at the Alpen zoo in Innsbruck , some 450 kilometers west of Vienna.    AFP PHOTO/DIETER NAGL
Un lupo (Afp)

Bolzano, 30 luglio 2022 - Battaglia con le armi spuntate nel land Tirolo contro un esemplare di lupo, il "158 Matk", ritenuto "problematico" perché mette maggiormente a rischio le attività umane. Nonostante il via libera all'abbattimento dell'esemplare, i cacciatori  non intendono eseguire l'ordinanza nel timore di proteste e ripercussioni da parte del movimento animalista. Come racconta la Tiroler Tageszeitung, circa un'ottantina di cacciatori in 29 riserve sono stati autorizzati ieri ad abbattere, entro il 31 ottobre, il lupo "158 Matk", che nelle scorse settimane avrebbe sbranato una quarantina di pecore nelle valli Viggar e Watten.

Il presidente dei cacciatori tirolese Anton Larcher sconsiglia però ai suoi colleghi di premere il grilletto, non tanto per motivi di protezione della specie protetta, ma perché teme "gesti di vendetta" del movimento animalista, che sarebbe molto motivato e ben organizzato a livello europeo. Nell'ordinanza sono infatti stati pubblicati i nomi e addirittura gli indirizzi dei cacciatori autorizzati. 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?