LUCA MARINONI
Cremonese

Cremonese, la prima in casa è amara: il Bari passa allo Zini

La squadra di Ballardini non ha ancora trovato la sua fisionomia definitiva e, seguita in tribuna dal nuovo acquisto Coda, subisce una sconfitta inattesa con i pugliesi

L'allenatore Davide Ballardini

L'allenatore Davide Ballardini

La Cremonese cade in casa con il Bari e dopo due gare interne si ritrova con un solo punto. Ancora una volta al centro dell’attenzione si pone l’attacco, ma è tutta la formazione di Ballardini che deve trovare il suo volto definitivo e le certezze che non possono più mancare.

Sotto lo sguardo attento di Massimo Coda, la punta fortemente desiderata dai grigiorossi, che dalla tribuna segue quelli che stanno per diventare i suoi nuovi compagni, la gara mette in mostra una partenza ricca di volontà della squadra di Ballardini, che dopo 2’ soli minuti costruisce la prima occasione con una bella discesa di Zanimacchia che pennella un invitante pallone al centro dove Abrego, all’esordio ufficiale con la formazione cremonese, colpisce di testa, ma senza inquadrare lo specchio della porta.

I Galletti rispondono subito e al 4’ Nasti prova la conclusione a rete, ma la sfera si perde a lato. L’incontro si mostra ricco di capovolgimenti di fronte, Buonaiuto (due volte) e Bertolacci tentano la conclusione per i padroni di casa, mentre gli ospiti replicano con il promettente Morachioli. È Zanimacchia il più attivo per la compagine di mister Ballardini, che al 33’ “vede” il vantaggio. Abrego è bravo a conquistare il pallone e a lanciare Buonaiuto tutto solo davanti a Brenno, ma il tocco finale del fantasista grigiorosso si perde mestamente sul fondo. L’opportunità sciupata viene pagata a caro prezzo dalla Cremonese, che al 43’ viene trafitta da un guizzo di Sibilli, che batte Sarr.

Nonostante l’inatteso svantaggio, i locali reagiscono immediatamente e al 47’ Vazquez, di testa, chiama Brenno ad una non facile parata, ma il primo tempo si chiude senza altre segnature e la squadra di mister Ballardini deve così affidare la sua rincorsa alla ripresa. I pugliesi cercano di pungere in avvio con Morachioli, ma sono i padroni di casa a mantenere l’iniziativa. Prima Vazquez e poi Bertolacci tentano il guizzo vincente, ma la difesa ospite chiude con attenzione. I grigiorossi non demordono e Ciofani ha sul piede un interessante pallone al 10’, ma manca il bersaglio. Con il passare dei minuti cresce anche l’intensità del forcing della Cremonese, ma gli spunti di Zanimacchia, Ciofani e Quagliata non trovano il varco giusto per raddrizzare il punteggio. Nonostante l’inutile scorrere dei minuti, la compagine grigiorossa non intende arrendersi, ma la difesa biancorossa è sempre molto attenta e la rete difesa da Brenno non corre grossi pericoli. La gara rimane aperta fino all’ultimo minuto del lungo recupero, ma il punteggio non cambia più obbligando così la Cremonese a riflettere su questa sua falsa partenza e a sperare che l’arrivo di Coda possa dimostrarsi l’atteso toccasana per la squadra di Ballardini. Cremonese-Bari 0-1 (0-1)

Cremonese (4-3-3): Sarr 6; Ghiglione 6 (32’ st Pickel 6), Bianchetti 6,5, Ravanelli 6, Quagliata 6; Collocolo 6 (1’ st Ciofani 6,5), Bertolacci 6 (17’ st Castagnetti 6,5), Abrego 6,5; Zanimacchia 6,5 (27’ st Sernicola 6), Vazquez 6,5, Buonaiuto 6 (17’ st Afena-Gyan 6). A disposizione: Saro; Jungdal; Aiwu; Sekulov; Lochoshvili; Milanese; Gondo. All: Davide Ballardini 6. 

Bari (4-3-3): Brenno 6,5; Dorval 6, Zuzek 6, Vicari 6,5, Ricci 6,5; Bellomo 6 (21’ st Pucino 6), Maiello 6,5, Benali 6 (29’ st Faggi 6); Sibilli 6,5 (37’ st Scheidler sv), Nasti 6,5 (37’ st Edjouma sv), Morachioli 6,5 (29’ st Koutsoupias 6). A disposizione: Frattali; Polverino; Matino; Akpa-Chukwu; Lops; Celiento; Scheidler. All: Michele Mignani 6,5. Arbitro: Alessandro Prontera di Bologna 6. Reti: 43’ pt Sibilli. Note: ammoniti: Dorval; Nasti; Bianchetti; Brenno – angoli: 5-4 – recupero: 2’ e 8’.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su