La squadra di mister Baroni ha conquistato 3 punti fondamentali davanti al suo pubblico
La squadra di mister Baroni ha conquistato 3 punti fondamentali davanti al suo pubblico

Cremona, 15 dicembre 2019 - La Cremonese torna alla vittoria nella sfida di fondamentale importanza con il Perugia. Il 2-1 finale con i mai domi umbri non consegna alla squadra di Marco Baroni solo tre punti letteralmente d’oro, ma offre nuovi motivi di fiducia in chiave futura grazie ad una prestazione convinta e determinata che lascia ben sperare in chiave futura.

Primo tempo. L’attesa sfida con i Grifoni si apre con un brivido per i tifosi grigiorossi. Al 2’ Claiton appoggia per errore a Falzerano che può andare al tiro, ma non inquadra lo specchio della porta. La squadra di Baroni cerca di riprendersi subito e al 6’ un duetto Valzania-Migliore porge un invitante pallone al centro, dove Ceravolo manda fuori di poco. L’azione dei padroni di casa cresce e al 13’ giunge il sospirato vantaggio. Sugli sviluppi di una punizione per i locali la difesa umbra respinge, ma la sfera giunge a Zortea che tenta una conclusione che si trasforma in un assist vincente per Claiton che appoggia in fondo al sacco battendo Vicario. Il portiere perugino deve intervenire anche al 17’ per neutralizzare un tiro di Zortea, ben liberato da Palombi, ma il lavoro più difficile spetta al suo collega Agazzi, che al 20' si deve superare per respingere una conclusione di Falzerano. La palla rimane lì e viene presa da Balic, ma Claiton in modo provvidenziale salva sulla riga il vantaggio che lui stesso ha procurato. Gli umbri insistono e passo solo un minuto prima di assistere ad un nuovo tentativo di Nicolussi Caviglia, ma questa volta è tempestivo l’intervento risolutore di Bianchetti. Dopo un botta e risposta senza esito tra Piccolo e Capone, è ancora il rientrante trequartista grigiorosso a mettersi in luce prima della mezzora. Dapprima serve Ceravolo, che colpisce di testa senza riuscire a dare la forza necessaria alla sfera, mentre al 28’ porge a Migliore che scaglia una botta al volo di prima intenzione, ma la palla si spegne sulla traversa. Al 29’ Vicario si supera per neutralizzare le conclusioni ravvicinate di Gustafson e Ceravolo, mentre al 36’ Agazzi deve intervenire per bloccare in due tempi una conclusione di Di Chiara.

Secondo tempo. Il primo tempo si chiude senza ulteriori emozioni e la ripresa si apre con il Perugia che dopo soli 3’ “vede” il pareggio, ma Bianchetti riesce a salvare su Nicolussi Caviglia, mentre la conclusione finale di Balic termina alta. La Cremonese, però, non ci sta e all’8’ risponde da par suo. Zortea si invola palla al piede e serva al centro Ceravolo che non riesce però a dare la giusta deviazione alla sfera che termina a lato. Al 13’ i grigiorossi sfiorano il raddoppio con Ceravolo che di testa anticipa tutti su un angolo di Piccolo, ma la sfera si stampa sul palo. I Grifoni, scampato il pericolo, lasciano il segno e al 20’ il bomber Iemmello approfitta impietosamente di un’indecisione dei grigiorossi e firma l’1-1. Il pareggio non può accontentare la compagine di mister Baroni che si riporta subito in avanti e al 24’ e al 26’ Ceravolo impegna severamente Vicario che si deve superare per evitare il secondo gol dei padroni di casa. Dopo una sventola di Iemmello rimasta senza esito alla mezzora, al 31’, un istante dopo l’ingresso in campo di Ciofani, la Cremonese torna in vantaggio. E’ Piccolo a catapultarsi su un cross di Migliore per siglare il 2-1 fortemente voluto dai padroni di casa.

Questa volta è la reazione del Perugia a mettersi in evidenza, con Buonaiuto che 2’ più tardi costringe Agazzi ad una difficile deviazione. Gli umbri non si arrendono e al 39’ un insidioso stacco di testa di Carraro colpisce in pieno la traversa, mentre 2’ più tardi una nuova sventola di Iemmello si spegne sul fondo. La gara rimane viva fino al termine dei 5’ di recupero concessi dall’arbitro e proprio all’inizio dell’extra time Palombi potrebbe chiudere anzitempo la contesa, ma, liberato davanti a Vicario, non riesce a superare il portiere dei Grifoni in uscita. L’incontro si chiude con l’espulsione del tecnico perugino Oddo per proteste, mentre i tre preziosissimi punti rimangono alla squadra di Baroni che spera di avere individuato finalmente la strada giusta.

Cremonese-Perugia 2-1

Primo tempo: (1-0)

Cremonese (3-4-2-1): Agazzi 6.5; Bianchetti 6.5, Claiton 6.5, Caracciolo 6; Zortea 6.5, Gustafson 6.5, Valzania 6, Migliore 7; Piccolo 7 (37’ st Arini sv), Palombi 6.5 (47’ st Deli sv); Ceravolo 6.5 (31’ st Ciofani 6). A disposizione: Ravaglia; Volpe; Ravanelli; Terranova; Renzetti; Soddimo; Castagnetti. All: Marco Baroni 6.5.
Perugia (4-3-2-1): Vicario 7; Rosi 6, Gyomber 6, Sgarbi 6, Di Chiara 6.5 (28’ st Nzita 6); Balic 6 (37’ st Falcinelli sv), Carraro 6.5, Nicolussi Caviglia 6.5; Capone 6, Falzerano 6 (17’ st Buonaiuto 6.5); Iemmello 7. A disposizione: Fulignati; Albertoni; Rodin; Mazzocchi; Konaté; Falasco; Melchiorri. All: Massimo Oddo 6.
Arbitro: Nicolò Baroni di Firenze 6.
Reti: 13’ pt Claiton; 20’ st Iemmello; 31’ st Piccolo.
Note: ammoniti: Di Chiara; Caracciolo; Claiton; Ceravolo; Migliore – espulso: 48’ st Oddo per proteste – angoli: 4-4 – spettatori: 5.655 - recupero: 0 e 5’.