Elezioni comunali
Elezioni comunali

Cremona, 22 settembre 2020 -  E' stato il giorno dei verdetti per le elezioni comunali del 2020. Oltre al Referendum Costituzionale sulla riduzione del numero dei Parlamentari (il quarto referendum costituzionale della storia della Repubblica Italiana), si è votato anche per il rinnovo di sindaci e Consiglio comunale in diverse province lombarde. Nel Cremonese sono andati al voto tre Comuni, tutti molto piccoli: Corte de' Frati, Persico Dosimo e Soncino. 

 

I risultati Comune per Comune:

 

Corte de' Frati

A Corte de' Frati, 1.300 abitanti, Giuseppe Rossetti, candidato unico, torna a indossare la fascia tricolore. Ex primo cittadino, in carica prima dei tre mandati dell’attuale sindaco Rosolino Azzali, anche vicepresidente della Provincia, ha ottenuto 654 preferenze. La conferma dell'elezione è arrivata già al raggiungimento del quorum, suo unico avversario. Affluenza definitiva del 62,95%.

 

Persico Dosimo

Il nuovo sindaco di Persico Dosimo è Giuseppe Bignardi di Bene Insieme, eletto con il 58,30% di preferenze (1.064 voti), mentre lo sfidante Alessandro Galli di Impegno comune per Persico Dosimo si è fermato al 41,7% (761 voti). La corsa per lo scranno più alto del palazzo comunale non ha registrato infatti il candidato unico alle elezioni del 2019 Giacomo Zaffanella, che non raggiunse il quorum con conseguente commissariamento del comune, e in questa tornata ha deciso all’ultimo minuto di non presentare la lista. L'affluenza è stata del 70,6%.

 

Soncino

Plebiscito a Soncino, il più grande dei tre comuni al voto (8mila abitanti) per il sindaco uscente Gabriele Gallina, espressione del centrodestra e coordinatore provinciale di Forza Italia. Gallina (Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia e Popolari) viene riconfermato con il 70,6% delle preferenze (3.037 voti). La sfidante Daniela Cavati, candidata del centronistra e della lista Uniti per Soncino si ferma al 29,4% (1.265 voti).L 'affluenza è stata del 70,7%