Chieve, cede la finestra in un’aula dell’asilo: maestra eroina fa da scudo e salva una bambina

L’incidente è accaduto in una classe della scuola dell’infanzia di Chieve. L’insegnante ha preso un colpo in testa: dimessa con 7 giorni di prognosi

Un'aula della scuola dell’infanzia di Chieve

Un'aula della scuola dell’infanzia di Chieve

CHIEVE – Alla scuola materna una finestra si stacca dagli infissi, la maestra se ne accorge e si frappone tra la finestra e una bambina, restando ferita ma salvaguardando la piccola. È successo mercoledì mattina poco prima delle 11 nella scuola dell’infanzia di Chieve. In un’aula c’erano bambini e insegnanti, quando a un tratto un grande finestrone si è staccato. Nella luce del grosso infisso, che misura un metro e mezzo per 75 cm circa, c’erano una maestra e una bambina di quattro anni. L’insegnante si è accorta di quanto avveniva, ha spinto via la piccola ed è stata investita dal finestrone.

"La maestra – racconta una testimone – era appena arrivata in classe. Faceva caldo e si è avvicinata alla finestra per aprirla. Si tratta di infissi che si azionano nella parte alta con una bacchetta, si aprono per una trentina di gradi e poi si fermano. Stavolta non si è fermato. Quando la maestra ha aperto la finestra, si è accorta che questa stava cadendo addosso alla bambina. L’ha spinta via, riuscendo ad allontanarla, ma così facendo si è presa la struttura in testa. È rimasta a terra per circa mezz’ora. Poi è stata portata in pronto soccorso. Un paio di bambini si sono accorti di quanto succedeva e si sono spaventati, ma nessuno ha riportato danni".

L’insegnante, una donna residente a Crema che lavora da molti anni nella struttura di Chieve, è stata medicata dalle contusioni riportate e poi dimessa con una prognosi di sette giorni. Nel pomeriggio nella scuola sono arrivati la dirigente Maria Cristina Rabbaglio e il sindaco Davide Bettinelli.

I bambini da subito sono stati tolti dall’aula, dove insistono tre grossi finestroni, e sono stati sistemati provvisoriamente in corridoio. Il sindaco ha mandato i tecnici a fare un controllo generale a tutte le finestre.

È stato appurato che alla finestra caduta si sono rotti i due perni che fissavano l’apertura, permettendone così il crollo. Inoltre dall’ispezione è stata trovata un’altra finestra in condizioni critiche. Ieri i bambini sono rimasti ancora in corridoio e nel cortile si è celebrata la festa dell’albero, con tutti i bambini, il personale, la dirigente e il sindaco, ma nessuno ha menzionato né la finestra caduta né la maestra che ha salvato la bambina, rimasta a casa a curarsi per la botta presa.