Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
3 giu 2020

Premiata da Mattarella anche Elena, l'infermiera della foto simbolo: "Emozione forte"

Elena Pagliarini sorpresa per l'importante riconoscimento: "Non ho bisogno di tanti grazie, mi basta vedere i pazienti contenti"

3 giu 2020
Elena Pagliarini, infermiera di Cremona, addormentatasi dopo un turno “devastante“
Elena Pagliarini, infermiera di Cremona, addormentatasi dopo un turno 'devastante'
Elena Pagliarini, infermiera di Cremona, addormentatasi dopo un turno “devastante“
Elena Pagliarini, infermiera di Cremona, addormentatasi dopo un turno 'devastante'

Cremona, 3 giugno 2020 -  Elena Pagliarini, l'infermiera divenuta simbolo della dedizione del personale sanitario grazie a una fotografia, fatta a fine turno, che la ritraeva addormentata al pc ancora con mascherina e guanti, è una delle tre persone insignite dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, dell'onorificenza di Cavaliere al merito. Le altre due sono l'anestesista cremonese Annalisa Manara, che per prima ha individuato il paziente 1 e l'infettivologa Claudia Balotta che ha coordinato l'equipe dell'ospedale Sacco di Milano riuscendo a identificare il ceppo italiano del Covid-19.

La nomina a Cavaliere al merito "mi ha sbalordito, non me lo aspettavo, è stata un'emozione forte non solo per me ma per tutta la categoria infermieristica che rappresento in questo momento". Lo ha detto Elena Pagliarini al Tg3. Positiva, Elena è guarita ed è tornata a lavorare, ma non dimentica quella foto, con la testa riversa sul tavolo alla fine di un turno infinito.

"Quella foto mi fa molto emozionare - dice - è stata scattata durante un turno molto impegnativo, quel giorno abbiamo avuto molte emergenze e in molti non ce l'hanno fatta. Avevo appoggiato la testa due secondi e la dottoressa, che è mia amica, mi ha scattato quella foto". Anche grazie a quella foto, medici e infermieri sono diventati gli eroi della lotta al covid ma "io non ho bisogno di tanti grazie - minimizza Elena - mi basta vedere i pazienti contenti, che mi ringraziano con un sorriso".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?