Quotidiano Nazionale logo
13 mag 2022

Ricongiungimenti familiari Donna finisce nei guai

Preparava e metteva a disposizione tutta la documentazione necessaria a far entrare in Italia e farsi rilasciare documenti di soggiorno per i suoi connazionali cinesi, creando i falsi presupposti per ottenere ricongiungimenti familiari. Ieri la donna, Xuewei Liu, 43 anni di Carugo, è finita a processo, accusata di violazione della legge sull’immigrazione. Deve rispondere di falsi relativi alla posizione di 12 connazionali, per i quali erano state predisposte altrettante pratiche di ricongiungimento a sei famiglie o parenti nel 2019.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?