Quotidiano Nazionale logo
8 apr 2022

Il lago di Como trascina la ripresa. La sfida lombarda al turismo

A Villa Balbianello l’avvio della stagione nel bene Fai più visitato d’Italia fa ben sperare gli operatori. Magoni: "Nonostante l’incertezza in molti stanno riscoprendo il territorio"

roberto canali
Cronaca
Oltre 130 matrimoni ed eventi prenotati fino a ottobre a Villa Balbianello
Oltre 130 matrimoni ed eventi prenotati fino a ottobre a Villa Balbianello

Tremezzina (Como), 9 aprile 2022 -  Il brand del lago di Como è più conosciuto a livello internazionale di quello della Lombardia, ma lo stesso dopo due anni di pandemia e una guerra, quella in Ucraina, che minaccia di portare l’intera Europa in recessione anche sul "lago più bello del mondo" sanno che nel 2022 dovranno rimboccarsi le maniche se vorranno vincere la sfida del turismo che da queste parti è davvero globale.

"Sembra un paradosso, nel 2019 eravamo qui a dirci che occorreva una de-esclation perché c’erano troppi arrivi e adesso invece siamo in attesa del ritorno dei turisti stranieri – ha sottolineato Andrea Rurale, presidente del FAI Lombardia che ieri ha aperto idealmente le porte di Villa Balbianello, il gioiello nonché il bene più visitato in tutta Italia tra quelli controllati dalla fondazione – L’esperienza di questo bene è un modello di riferimento, anche per la Regione, di come i monumenti possano farsi protagonisti del proprio territorio". E infatti alla giornata che idealmente ha sancito l’avvio della stagione turistica sul lago di Como, erano presenti l’assessore al Turismo, Lara Magoni, il presidente del Consiglio Regionale, Alessandro Fermi, il sottosegretario Fabrizio Turba e i consiglieri Gigliola Spelzini e Angelo Orsenigo venuti fin qui per incontrare gli operatori del territorio

. "Nonostante l’incertezza del momento – è intervenuto l’assessore Magoni - gli ultimi dati a disposizione dicono che i turisti stanno riscoprendo la nostra regione". Nel 2021 i numeri del Lario sono stati molto confortanti: +66,4% nel Lecchese di presenze e 73,2% di soggiorni rispetto al 2020 e nel Comasco +71,4% e più +144,5%. Non solo il brand "lago di Como" è fortissimo e conosciuto in tutto il mondo, più di quello della Lombardia, ma anche a livello di gradimento sui social il Lario precede il lago di Garda mentre al terzo posto, a sorpresa, si colloca un altro lago comasco, quello di Pusiano, molto in voga sul web forse perché nelle sue acque si allenano le nazionali canottaggio di mezzo mondo. Un nuovo "Rinascimento italiano", ha definito il turismo il presidente Fermi. Una vocazione internazionale pienamente rispettata da Villa Balbianello che dal 12 marzo a oggi, nonostante la chiusura della Statale Regina, ha già registrato 4.730 visitatori, il 43% dei quali stranieri. "Arriviamo da due anni difficili – ha conclude Giuliano Galli, manager FAI Lombardia Prealpina e responsabile della villa - Nonostante questo vediamo che c’è sempre una grande voglia di lago di Como e di Villa del Balbianello, e lo dimostrano gli oltre 130 matrimoni ed eventi prenotati fino a ottobre di quest’anno".

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?