Carnevale di Cantù
Carnevale di Cantù

Cantù (Como), 17 febbraio 2019 - Debutto con il sole per il Carnevale di Cantù che non poteva chiedere di più per la sua prima sfilata, in un clima quasi primaverile. Alla fine si sono messi in maschera in poco meno di quattromila e anche il botteghino ha sorriso con 2.664 biglietti staccati. Per due ore nell'anello tra Corso Unità d'Italia e via Carcano hanno sfilato i sette carri allegorici, sei dei quali in gara per l'elezione del più bello che verrà premiato tra un mese in occasione del Sabato grasso.

Ad aprire la sfilata è stato il carro di Truciolo, la maschera storica del carnevale canturino, e a seguire i sette carri in gara. Gli Amici di Fecchio con “Trotta il tempo …”, i Baloss con “Con la misera pensione mi sono ridotto un barbone”, i Bentransema con “Ma chi de chi, saran ben o maltransema?”, i Buscait con “E il dolce è servito”, con il Coriandolo “Un coriandolo per la pace”, La Maschera con “Non tutti i pagliacci si trovano al Circo” e il Lisandrin con “Non se ne può più! Re Carnevale, pensaci tu!”. 

Hanno strappato applausi anche le tre band che hanno accompagnato la sfilata, due delle quali in arrivo dalla Svizzera.