Como, quattro giorni di eventi per il giornalismo giovane: arriva FuoriFest

Programma ricchissimo per la seconda edizione della manifestazione. Gli argomenti: lavoro, crisi climatica, sfruttamento lavorativo, gig economy e tanto altro

Un laboratorio di FuoriFest
Un laboratorio di FuoriFest

Como, 31 ottobre 2023 – Sedici eventi e un’open call di documentari per quattro giorni dedicati al giornalismo giovane e lento. FuoriFest torna a Como dal 2 al 5 novembre per la sua seconda edizione. Il programma prevede ospiti da tutta Italia, e non solo, e documentari che spaziano tra questioni locali e internazionali: proposte culturali per aprire uno spazio di dibattito e riflessione in città.

“Quest’anno – spiegano gli organizzatori – il tema è quello del futuro, inteso nella sua dimensione individuale e collettiva. Si parlerà dunque di sostenibilità, di sfide odierne toccando dei temi caldi soprattutto per i nostri tempi: lavoro, cambiamento climatico, sfruttamento lavorativo, gig economy, informazione trasparente, giornalismo d’inchiesta e tanto altro”.

I quattro giorni prevedono eventi gratuiti in città e aperti a tutti, per approfondire il tema del giornalismo multimediale, declinato nelle sue possibili forme e contaminazioni con altre discipline, come l’illustrazione e il teatro. Ad aprire il festival sarà la mostra “I gesti dell’acqua” di Federico Monica e Placemarks, giovedì 2 novembre alle 18.30 all’ex tintostamperia di via Val Mulini. Alle 21.00 al Cinema Astra sarà proiettato il documentario “La Terra Mi Tiene”, realizzato da Sara Manisera e Arianna Pagani, del collettivo Fada, che tratta il tema del grano come metafora di vita, morte e rinascita.

Venerdì 3 novembre all’oratorio San Bartolomeo, dalle 16.00 alle 17.30 si svolgerà un corso di formazione della Google News Initiative tenuto dal giornalista Gabriele Cruciata sul tema del giornalismo ambientale. Alle 18.00 alla libreria La Ciurma di viale Lecco, l’attivista e divulgatrice Francesca Bubba presenterà il suo ultimo libro “Preparati a spingere”, sul tema della maternità in Italia. Alle 21.00 al Cinema Astra Laura Carrer e Luca Quagliato presenteranno “Life is a game”, una videoinchiesta sull’oligopolio della gig economy che si mostra attraverso decisioni algoritmiche e precarietà.

Gli eventi proseguono ricchissimi sabato 4 e domenica 5 novembre con Pietro Scarnera, docente alla Scuola internazionale di Comics di Milano, la giornalista Laura Carrer, un altro workshop di Google News Initiative sul tema del data journalism e molto altro. Non mancherà la musica con il dj-set del collettivo Human.rw. Il programma completo del festival è disponibile sul sito https://www.fuorifuococomo.it, dove si possono anche prenotare i biglietti: per alcuni eventi la registrazione, sempre gratuita, è obbligatoria.