Quotidiano Nazionale logo
17 apr 2022

Tir contro cavalcavia, ora chiuso

Nuvolera, disagi nella notte. Poi la 45 bis è stata riaperta e gli operatori hanno tirato un sospiro di sollievo

Paura nella notte sulla 45 bis per un Tir finito contro un cavalcavia, ora danneggiato
Paura nella notte sulla 45 bis per un Tir finito contro un cavalcavia, ora danneggiato
Paura nella notte sulla 45 bis per un Tir finito contro un cavalcavia, ora danneggiato

Nottata di disagi lungo la strada 45 bis nel tratto tra Gavardo e Nuvolera, dove nella notte tra venerdì e sabato un Tir è finito contro un cavalcavia, danneggiandolo. I fatti sono accaduti per motivi da stabilire da parte della Polstrada e fortunatamente hanno coinvolto solo il mezzo pesante che si è schiantato contro l’infrastruttura. Il numero unico 112 ha inviato sul posto i Vigili del fuoco e i tecnici dell’Anas. È subito stata decisa la chiusura della 45 bis, dove, nonostante fosse notte, si sono create code di veicoli andati poi a incanalarsi lungo la viabilità ordinaria, rimasta rallentata fino a mattina inoltrata, quando dopo alcune perizie è stato deciso di riaprire l’arteria di collegamento tra la città e il lago di Garda. Resta invece chiuso il cavalcavia, che potrebbe avere subito danni strutturali. Se non percorso non vi sono rischi, ma i tecnici dovranno appurare se in presenza di veicoli potrebbero verificarsi crolli piccoli o grandi.

La riapertura della 45 bis ha fatto tirare un sospiro di sollievo a residenti e operatori del settore turistico e gastronomico, dato che tra oggi e lunedì sulla 45 bis è previsto il passaggio di migliaia di veicoli diretti verso il più grande dei laghi. La strada continua a rappresentare un punto critico per la viabilità bresciana. Non solo le code sono frequentissime. Ogni settimana si registrano diversi incidenti stradali, tra cui l’ultimo è quello che ha causato il problema al cavalcavia.

Poco distante qualche mese fa hanno perso la vita 5 giovanissimi a bordo di un’auto guidata da un ragazzo di origini straniere senza patente a cui l’auto era stata prestata senza che il suo possessore sapesse che era privo del documento di guida.

Milla Prandelli

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?