Un momento dei tafferugli fra tifosi (Fotolive)
Un momento dei tafferugli fra tifosi (Fotolive)

Brescia, 19 settembre 2017 - Sei mesi e 20 giorni di carcere con pena sospesa. Questa la pena patteggiata ieri mattina in aula da F.S., l'ultras del Brescia arrestato il 22 luglio scorso dalla polizia dopo gli scontri tra tifosi avvenuti all'esterno dello stadio di Palazzolo dove era in programma l'amichevole tra le Rondinelle e il Cagliari. Rissa aggravata e resistenza a pubblico ufficiale i reati contestati al 26enne bresciano per cui già a luglio in sede di convalida il giudice Chiara Desenzani aveva disposto un Daspo di un anno. Con lui era stato arrestato anche un tifoso del Cagliari. Per gli scontri di quella partita la questura di Brescia ha poi comminato una ventina di Daspo.