FEDERICA PACELLA
Cronaca

Pontoglio, pedone investito e ucciso da un’auto. La vittima è Giansandro Festa

L’83enne che stava camminando lungo la Sp 469, strada che porta a Urago d’Oglio quando è stato travolto da una Passat

Incidente stradale, sul posto ambulanza e polizia (foto d'archivio)

Incidente stradale, sul posto ambulanza e polizia (foto d'archivio)

Pontoglio (Brescia), 6 luglio 2024 – È stato travolto da un’auto a pochi metri da casa, sulla strada che percorreva da anni. È morto così Giansandro Festa, 83 anni, agricoltore in pensione di Pontoglio, nella Bassa Bresciana. Oggi stava rincasando dalle serre sulla Provinciale 469 che collega Pontoglio a Urago d’Oglio, in un tratto dove i veicoli corrono troppo.

Mentre attraversava per rientrare a casa, Festa è stato investito da una Passat che viaggiava verso Pontoglio. Per l’anziano non c’è stato scampo. Travolto dalla vettura, prima è finito sul cofano, poi ha sfondato il parabrezza, quindi è stato sbalzato al suolo, dov’è rimasto esanime. L’automobilista, residente a Roccafranca, si è subito fermato. Come da prassi è stato sottoposto ai test per verificare che non guidasse sotto l’effetto di alcol o droga. Per Festa nulla hanno potuto i soccorritori della Croce Rossa di Palazzolo. Per i rilievi è intervenuta la Stradale di Brescia e Salò, mentre la Polizia locale ha deviato il traffico dalla strada temporaneamente chiusa. Immediato il cordoglio del sindaco di Pontoglio, Alessandro Giuseppe Seghezzi: “Da parte mia e di tutta l’Amministrazione comunale la vicinanza alla famiglia Festa per la perdita dell’amato papà. Desidero esprimere le mie più sentite condoglianze. Non è facile affrontare la perdita di un genitore, in particolare di un padre così amato come Sandro. La comunità è unita nel dolore in questo momento così difficile”.