L’exploit di Alleanza verdi sinistra. Terza forza politica a Brescia città: "Oltre le nostre aspettative"

Il segretario provinciale di Sinistra Italiani: i nostri temi sono sentiti

L’exploit di Alleanza verdi sinistra. Terza forza politica a Brescia città: "Oltre le nostre aspettative"

L’exploit di Alleanza verdi sinistra. Terza forza politica a Brescia città: "Oltre le nostre aspettative"

Terza forza politica in città, quinta in provincia. Un exploit quello di Avs, Alleanza verdi sinistra, che a Brescia conquista il 9,75% di voti in città, il 5,87% in tutta la provincia. "Un risultato oltre le nostre aspettative – spiega Luca Trentini, segretario provinciale Sinistra Italiana Brescia – per un mix di fattori. Da un lato ci sono i temi di cui siamo portatori, dalla questione pacifista a quella ambientale e sociale. Poi hanno fatto da traino candidature come quella di Ilaria Salis, che è diventato il nostro simbolo per una Europa più giusta, in cui si rispettino i diritti fondamentali. Ma ci sono state anche altre candidature che hanno permesso di ampliare i nostri confini. Penso ad Andrea Cena, che ha portato la sua esperienza di lavoratore del mondo dello spettacolo, e quella di Giovanni Mori, che ha trascinato un altro elettorato, quello dei giovani e di chi è molto attento ai temi ambientali". Su Mori resta il cruccio della mancata elezione all’Europarlamento, nonostante sia stato il candidato bresciano più votato, con 19.434 preferenze (6.691 solo nel Bresciano). Restano, però, i numeri. Alle politiche 2022, Avs preso 21007 voti in tutta la provincia, alle europee sono 33.2871 voti, con una crescita di 2,6 punti percentuali. Nella sola città di Brescia, si passa dai 5.321 voti assoluti del 2022 ai 7.588 delle europee, 4,09 punti percentuali in più. "Nonostante il calo di affluenza, noi in termini assoluti cresciamo – è l’analisi di Trentini –. Molte preferenze sono arrivate da chi non è andato a votare nelle scorse tornate, quindi siamo riusciti a riportare alle urne chi, in altre occasioni, aveva scelto il non voto". Cosa cambia ora? "Per noi è un punto di partenza, continueremo su questa strada ampliando il nostro perimetro a mondi che sono simili ai nostri obiettivi". Federica Pacella