Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
19 mar 2022

Serie B, il Brescia cerca punti in casa del Pordenone

Le Rondinelle devono fare bottino pieno contro l'ultima in classifica

19 mar 2022
luca marinoni
Sport
Filippo Inzaghi allenatore del Brescia Calcio, Brescia - Benevento partita di serie B, Brescia 15 marzo 2022. Ph Fotolive Filippo Venezia
Filippo Inzaghi
Filippo Inzaghi allenatore del Brescia Calcio, Brescia - Benevento partita di serie B, Brescia 15 marzo 2022. Ph Fotolive Filippo Venezia
Filippo Inzaghi

Brescia, 19 marzo 2022 - Il Brescia deve cercare di recuperare i punti sciupati in malo modo martedì con il Benevento e superare quei pareggi di troppo che stanno rallentando la sua rincorsa alla serie A. Prendendo spunto da questa considerazione, la squadra di Pippo Inzaghi domani (la partita si giocherà a Lignano Sabbiadoro) dovrà cercare con tutte le sue risorse di fare bottino pieno in casa del Pordenone, ultimo in classifica. Un intento da mettere in pratica con determinazione, ma anche con attenzione, visto che i Ramarri, nonostante una posizione di classifica più che compromessa, giocano sempre (o quasi) alla pari con l’avversario di turno, salvo poi lasciarsi trafiggere da un episodio avverso e rimanere così a mani vuote, come è accaduto in casa di una Cremonese costretta a soffrire fino alla fine per operare il sorpasso da tre punti e come è avvenuto all’andata al “Rigamonti”.

Lo stesso tecnico neroverde Bruno Tedino ha voluto mettere in guardia le Rondinelle, ribadendo che la sua squadra vale di più dei punti fin qui raccolti, una osservazione che la formazione biancazzurra, che per l’occasione non potrà disporre di Palacio e Leris, dovrà tenere ben presente dal 1’ all’ultimo istante di gioco. Proprio per cercare di raccogliere il massimo da questa trasferta in terra friulana, mister Inzaghi deciderà solo in extremis il modulo con il quale impostare l’incontro. Il nodo di fondo di questa vigilia riguarda la composizione della difesa. Il Brescia proseguirà con quella a tre oppure ripartirà da quella con quattro giocatori? Da questa decisione dipenderanno molte delle scelte dell’ex attaccante che, al momento, dovrebbe offrire una maglia da titolare a Cistana e Mangraviti, ma deve ancora definire se li affiancherà al terzo centrale (Adorni) oppure se metterà ai loro fianchi due esterni (ed in questo caso Pajac sembra sicuro a sinistra, mentre Sabelli e Karacic si giocano il ruolo di terzino destro). Il terzetto che occuperà il centrocampo, salvo sorprese dell’ultima ora, appare ben delineato, con il ritorno da titolare di Van De Looi, supportato da Bisoli e Bertagnoli. Per quel che riguarda infine il reparto avanzato, la scelta di fondo rimane quella tra le due prime punte e la formula con un attaccante avanzato di riferimento a sostegno. In entrambi i casi Moreo pare certo di poter scendere in campo dal 1’, mentre Ayé, Bianchi e Tramoni si contenderanno sino all’ultimo la possibilità di completare uno schieramento motivato e concentrato che dovrà restituire la vittoria esterna ad un Brescia che deve affrettare il passo in questa corsa sempre più serrata per la promozione.


Probabile formazione del Brescia (4-3-3): Joronen; Sabelli (Karacic), Cistana, Mangraviti, Pajac; Bisoli, Van De Looi, Bertangoli; Tramoni (Bianchi), Ayé, Moreo. All: Inzaghi.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?