Diego Lopez, tecnico del Brescia (Ansa)
Diego Lopez, tecnico del Brescia (Ansa)

Brescia, 3 ottobre 2020 - Per i giocatori del Brescia è definitivamente terminata questa triste stagione che ha ricondotto subito le Rondinelle in serie B e sono iniziate le vacanze. Una pausa che, però, sarà molto breve, visto che tra settimane (in un giorno da definire tra il 20 e il 23 agosto) si terrà già il raduno che aprirà la nuova avventura che vedrà la squadra biancazzurra nuovamente ai nastri di partenza del torneo cadetto. Una ripartenza ravvicinata che, secondo le ultime indiscrezioni, sarà guidata ancora dalla panchina da Diego Lopez. Il tecnico uruguayano, nonostante il suo arrivo a Brescia non sia riuscito a scongiurare la retrocessione, gode della fiducia del presidente Massimo Cellino e lui stesso ha ribadito a più riprese di avere la voglia giusta (e un contratto valido) per ripartire ancora dalle Rondinelle.

Al di là dell’ufficializzazione della società, al prolungamento dell’esperienza bresciana dell’ex difensore e tecnico del Cagliari manca sostanzialmente il colloquio con il nuovo ds Giorgio Perinetti, che dovrebbe confermare, magari supportato dal parere del direttore tecnico Gigi Del Neri, l’uniformità di vedute e l’effettiva possibilità di far proseguire questa esperienza. Nel caso di imprevisti, è già pronto il cosiddetto piano B, visto che alla società di via Ferramola sembra piacere (e molto) il modo di lavorare del quarantenne Alessio Dionisi, l’allenatore che all’esordio in B ha condotto il Venezia ad una non facile salvezza. Per quel che riguarda il capitolo giocatori, mentre Daniele Gastaldello ha appeso le scarpe al chiodo e sarà il nuovo vice, Sandro Tonali dovrebbe indossare a breve la casacca dell’Inter.

Sembra che l’accordo tra le due società sia maturato intorno ai 35 milioni e si attendono a breve le visite mediche e l’annuncio dell’affare. In rampa di lancio, nonostante la deludente stagione delle Rondinelle che non vedranno più nelle loro fila l'ormai svincolato Balotelli, ci sono anche Jesse Joronen, Andrea Cistana e Jhon Chancellor, che dovrebbero rimanere in serie A pure nella prossima stagione visti gli estimatori di cui godono. Per quel che riguarda il Brescia del futuro, verrà riservato ancora una volta un occhio di riguardo al fertile vivaio locale con elementi come Viviani, Papetti e Ghezzi che sono chiamati a diventare certezze di una formazione biancazzurra che dovrà voltare pagina con decisione e tornare subito a mostrare lo spirito vincente necessario per riaprire le porte della serie A.