Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
25 mag 2022

Serie B, allenatore Brescia: Clotet potrebbe tornare

Due stagioni fa, il tecnico spagnolo aveva ottenuto buoni risultati sulla panchina delle Rondinelle

25 mag 2022
luca marinoni
Sport
Le idee di Pep Clotet anche a Reggio Calabria sono chiarissime: «Tentare di attaccare e recuperare palla pressandoli», ha detto alla vigilia (Foto Bp)
Josep Clotet Ruiz, conosciuto come Pep Clotet
Le idee di Pep Clotet anche a Reggio Calabria sono chiarissime: «Tentare di attaccare e recuperare palla pressandoli», ha detto alla vigilia (Foto Bp)
Josep Clotet Ruiz, conosciuto come Pep Clotet

Manca ancora l’annuncio ufficiale della società, ma le voci che riguardano il futuro della panchina del Brescia stanno prendendo una direzione ben precisa. Indiscrezione che, se confermate, riporterebbero in biancazzurro Josep Clotet, che due stagioni fa aveva operato con buoni risultati conducendo le Rondinelle, prelevate ai margini della zona playout, a raggiungere i playoff. Al termine di quella avventura non si concretizzò l’accordo con il presidente Cellino, che lo aveva voluto espressamente in Italia e il tecnico spagnolo accettò un’esperienza (non fortunata) con la Spal.

Dalla scorsa estate, quando sono accaduti questi fatti, non sono trascorsi nemmeno dodici mesi, ma tutto potrebbe ripresentarsi, con finale ribaltato, nelle prossime settimane. Clotet è stato esonerato nella fase decisiva del torneo dalla società emiliana e potrebbe liberarsi senza grossi problemi. Una situazione che lo pone in evidenza nella corsa verso quella panchina, dove, salvo nuovi, clamorosi colpi di scena, non siederà più Eugenio Corini, che pure ha un contratto fino al 2023.

Allo stesso modo sembrano già usciti di scena Ivan Javorcic e il ds Paolo Bravo, bresciano doc, che preferirebbero continuare l’opera che li ha portati a proiettare per la prima volta in serie B il Sudtirol. Rimane sempre defilata l’opzione Aragolaza. Il tecnico ha lavorato bene con la Primavera, ma lanciarlo con la prima squadra potrebbe sembrare un azzardo anche per un presidente che ama queste sfide così particolari come Cellino. Il patron biancazzurro, che avrebbe anche ricevuto due proposte per intavolare trattative per la cessione del club e che pare allettato da un possibile ritorno nel calcio inglese, in queste ore deve anche definire la questione direttore sportivo. Con Marroccu ormai già all’Hellas Verona, il ruolo che negli ultimi mesi ha avuto ben quattro interpreti è destinato a riservare ulteriori sorprese. Si parla a tal proposito di un interessamento per Magoni, che a fine stagione dovrebbe lasciare la FeralpiSalò, ma sembra che il dirigente bergamasco sia già vicino all’Alessandria. In attesa di candidati più accreditati si guarda a Perinetti, che rappresenterebbe un possibile ritorno proprio come Clotet per cercare di costruire, grazie alla sua esperienza, un Brescia che possa essere al tempo stesso giovane e vincente.

Luca Marinoni

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?