Quotidiano Nazionale logo
16 mar 2022

Sofia Goggia, regina della discesa: vince Coppa di specialità. E' la terza volta

Sci, a Courchevel la certezza matematica è arrivata dopo la gara della rivale Suter. Tra gli uomini Odermatt vince la Coppa generale

Sofia Goggia of Italy reacts in the finish area  during the Women's Downhill race at the FIS Alpine Skiing World Cup in Crans-Montana, Switzerland, 27 February 2022. ANSA/JEAN-CHRISTOPHE BOTT
Sofia Goggia, una certezza: terza coppa di discesa

Un'altra vittoria e una bellissima conferma per la campionessa bergamasca di sci Sofia Goggia che ha vinto la coppa del mondo di discesa, la terza dopo quelle conquistate nel 2018 e nel 2021. Per Sofia, che viene da una stagione durissima, che l'ha vista partire fortissimo nelle gare di velocità per poi infortunarsi proprio alla viglia delle Olimpiadi invernali di Pechino dove comunque ha conquistato uno splendido argento, la certezza matematica del trionfo è arrivata ancora prima ancora che fosse conclusa la decisiva ultima discesa della stagione a Courchevel, nelle Finali di Coppa. L'unica rivale che poteva contenderle il prestigioso trofeo, la svizzera Corinne Suter, in gara con il pettorale tre, ha chiuso la sua prova indietro. con Il momentaneo quinto tempo già non le consentiva di superare Goggia, prima in classifica generale con 75 punti di vantaggio. Alla fine Suter è arrivata diciannovesima, con Sofia dodicesima.

Bene anche Mikaela Shiffrin che conquista la vittoria nella gara odierna, garantendosi un gap importante su Petra Vlhova nella lotta alla generale: 156 i punti di distacco tra l'americana e la slovacca con il verdetto della Sfera di Cristallo che sarà emesso presumibilmente nelle gare più tecniche.Sul podio due sorprese; l'austriaca Christine Scheyer e la svizzera Joana Haehlen, entrambe al secondo posto con 10 centesimi di ritardo. Decima Elena Curtoni (+0"59) seguita da Federica Brignone (11esima). 

Intanto in campo maschile la vittoria in discesa sulla nuova  pista 'Eclipse' regala la vittoria a Kriechmayr, la coppa di specialità a Kilde e l'aritmetica della generale a Odermatt. Quest'ultimo, classe 1997, festeggia con il secondo posto in gara la certezza
aritmetica e si aggiudica il globo di cristallo. Imprendibile invece Kriechmayr che, approfittando probabilmente anche di condizioni migliori di visibilità, sbaraglia la concorrenza in 1'50"43. Dominik Paris invece si accontenta sesta piazza (a un secondo dal podio)  che vale il terzo posto definitivo nella classifica di specialità. Si ritorna in pista domani a Courchevel-Meribel con il Super-G maschile e femminile.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?