Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
4 giu 2022

Strade rinforzate, via libera ai tir

Dopo decenni revocati i divieti di transito in Valle Imagna e Val Taleggio per i mezzi provenienti da fuori

4 giu 2022
michele andreucci
Cronaca
Il rafforzamento dei margini stradali ha consentito il ritiro delle ordinanze emanate dalla Provincia di Bergamo
Il rafforzamento dei margini stradali ha consentito il ritiro delle ordinanze emanate dalla Provincia di Bergamo
Il rafforzamento dei margini stradali ha consentito il ritiro delle ordinanze emanate dalla Provincia di Bergamo
Il rafforzamento dei margini stradali ha consentito il ritiro delle ordinanze emanate dalla Provincia di Bergamo
Il rafforzamento dei margini stradali ha consentito il ritiro delle ordinanze emanate dalla Provincia di Bergamo
Il rafforzamento dei margini stradali ha consentito il ritiro delle ordinanze emanate dalla Provincia di Bergamo

di Michele Andreucci

Il primo giugno è stata una data storica per la Valle Imagna e la Valle Taleggio. È stato dato infatti il via libera al ritorno sulle strade provinciali dei maxi camion, che mancavano da decenni, a causa di un’ordinanza della Provincia di Bergamo relativa ai limiti di carico per motivi di sicurezza (massimo 8 tonnellate), come, per esempio, la fragilità dei muri di sostegno che non avevano caratteristiche tali da consentire portate maggiori: in Valle Taleggio l’ordinanza risaliva al 1993, in Valle Imagna addirittura al 1964.

L’amministrazione provinciale, dopo che le due strade hanno cambiato aspetto e sono state migliorate, con interventi in particolare ai muri di sostegno, ha revocato il provvedimento e ha innalzato il limite fino a 26 tonnellate.

"Le condizioni strutturali sono decisamente cambiate, ecco spiegata la decisione", sottolinea Matteo Centurelli, del settore Viabilità della Provincia.

In Valle Taleggio l’ordinanza riguardava i 10 chilometri che da Roncaglia di San Giovanni Bianco portano, lungo gli Orridi, a Sottochiesa, Olda e a Vedeseta, lungo la strada provinciale 25; in Valle Imagna, invece, era relativa agli otto chilometri che da Sant’Omobono Terme conducono, passando per Rota Imagna, fino a Brumano, lungo la strada provinciale 20.

Nonostante il divieto di transito a mezzi con carico superiore alle 8 tonnellate, i camion delle aziende della valle potevano comunque passare: ogni anno, però, dovevano chiedere una deroga alla Provincia di Bergamo. Il divieto, invece, era per tutti i mezzi che provenivano da fuori valle.

In Valle Taleggio, però, resta il limite di 8 tonnellate lungo la strada provinciale 24, che attraversa il lato opposto, verso Peghera e Gerosa fino a Brembilla.

"Qui esistono ancora situazioni difficili, in particolare alcuni muri di sostegno fragili nel tratto di Gerosa", precisa Centurelli.

E a Peghera è ancora in corso la costruzione del nuovo ponte, in sostituzione del tratto di strada interessato dalla frana caduta nel 2013 e del ponte provvisorio Bailey che oggi è l’unico collegamento. Il cantiere dovrebbe concludersi quest’estate. Il ponte Bailey, acquistato dalla Provincia, resterà allo stesso posto, in attesa di trovare una nuova destinazione.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?