Stalker violenta. Accoltella il compagno. Arrestata

Crema, era già colpita dal divieto di avvicinamento

Stalker violenta. Accoltella il compagno. Arrestata

Stalker violenta. Accoltella il compagno. Arrestata

MONTODINE (Cremona)

Lui se ne va, lei non ci sta e continua a perseguitarlo, tanto da ricevere un divieto di avvicinamento all’ex compagno. Tuttavia, furibonda, va da lui e l’accoltella, finendo arrestata. Fortunatamente l’assalto con un coltello da parte della ventisettenne non ha sortito gravi ferite. La controparte, un coetaneo, è finito in ospedale per farsi medicare; la giovane donna in prigione in attesa di comparire davanti al giudice.

È successo la sera di mercoledì. L’ecuadoregna non si capacita della decisione del proprio ex, un italiano, che l’ha lasciata. Per qualche tempo ha tentato di ricucire i rapporti, ma questo suo modo di fare, evidentemente sopra le righe, ha infastidito prima e impensierito poi il giovane, che ha denunciato le molteplici intrusioni nella propria vita da parte dell’ex diventata troppo molesta, ottenendo dal giudice che le fosse imposto il divieto di avvicinarlo nonché di mettere in pratica atti persecutori nei suoi confronti. Lei però non si è rassegnata e ha continuato nella propria condotta scellerata fino a mercoledì sera, quando si è presentata a casa dell’ex amante. In qualche modo è riuscita a convincere il giovane a farla entrare nell’abitazione e i due si sono sistemati in cucina, dove è partita l’ennesima discussione, sfociata ben presto in lite.

Ma stavolta il finale è stato ben diverso perché la donna, al culmine della rabbia, anziché andarsene ha afferrato da un cassetto della cucina un coltello e si è avventata sull’uomo, sorprendendolo e non permettendogli di parare se non parzialmente il colpo. La coltellata è finita su una spalla, con il risultato di ferire il 27enne.

Dopo l’aggressione il giovane ha chiamato i carabinieri che sono subito intervenuti, trovando ancora in casa la ragazza. Mentre un’ambulanza si occupava del giovane ferito e lo portava in ospedale, i militari hanno arrestato la donna, portandola prima in caserma a Crema e poi nel carcere femminile di Brescia, dove ora attende le decisioni del giudice.