Pali strappati dalle aiuole e usati come mazze, violenta rissa in centro sotto gli occhi dei passanti: danni e feriti

Bergamo, l’episodio immortalato dai video che hanno permesso di risalire agli autori delle violenze

I carabinieri

I carabinieri

In pieno centro città. Sotto gli occhi di tante persone. Siamo in viale Papa Giovanni XXIII, vicino alla stazione e a piazzale Alpini. È qui che ieri pomeriggio intorno alle 17 si è scatenata una violenta rissa tra immigrati. Pare una decina di uomini che si sono affrontati a colpi di bastonate, utilizzando i paletti in legno strappati dalle aiuole di fronte a piazzale Alpini Il gruppetto si è spostato al centro dell’incrocio con le vie Paleocapa e Angelo Mai dove, tra gli automobilisti in coda, a un indiano sono stati sferrati diversi e violenti colpi alla testa, alle braccia e alle mani.

Il ferito ha raggiunto via Paleocapa ed è stramazzato al suolo. Per soccorrerlo è intervenuto il 118 con una ambulanza. Nel frattempo gli altri litiganti si sono di nuovo affrontati in piazzale Alpini e davanti alla stazione e poi si sono dispersi. I carabinieri hanno ricostruito i fatti grazie anche ad alcuni video di testimoni e avviato le indagini per risalire ai protagonisti della violenta rissa.

L’amministrazione comunale, per voce dell’assessore alla Sicurezza, Sergio Gandi, ha precisato che per il problema delle recinzioni delle aiuole si sta studiano una soluzione alternativa e che oggi effettuerà un sopralluogo per capire come intervenire. "L’episodio dimostra che è indispensabile, a nostro avviso, perimetrare piazzale Alpini e darlo in gestione per gli eventi, perché è un modo anche per tenere lontane situazioni come questa. Ora siamo in un momento di transizione e in attesa di siglare l’appalto. Auspichiamo si arrivi prima possibile a un accordo".