Perseguitava la compagna. Sconterà 3 anni

BERGAMO Passerà i prossimi tre anni in prigione un uomo di 34 anni condannato per atti persecutori nei confronti di...

Perseguitava la compagna. Sconterà 3 anni
Perseguitava la compagna. Sconterà 3 anni

Passerà i prossimi tre anni in prigione un uomo di 34 anni condannato per atti persecutori nei confronti di una sua ex fidanzata. Tutto è accaduto nel 2018, in un paese della Bassa Bergamasca, quando la relazione tra i due si è interrotta. Lei non ne ha voluto più sapere di continuare ma lui ha insistito. Lei non è tornata sui suoi passi e lui è passato dall’insistenza molesta alla persecuzione, inoltrando continuamente chiamate e messaggi e infine passando alle minacce.

La donna, per liberarsi dalla paura e dall’ansia che il comportamento del suo ex le generava, ha sporto denuncia, informando che a causa di questa persona era stata costretta a modificare il suo stile di vita. Il 34enne che la perseguitava è finito davanti al giudice del tribunale di Bergamo che, nel novembre del 2021, ha condannato l’uomo a tre anni di reclusione.

Lui ha fatto ricorso alla Corte d’appello di Brescia ma anche qui la sentenza è stata confermata, per cui, un anno fa, il verdetto è diventato definitivo ed esecutivo. Nei giorni scorsi i carabinieri hanno ricevuto l’ordine dal tribunale di Bergamo di andare a prendere l’uomo e di portarlo in carcere dove avrebbe scontato la pena. Tuttavia i militari non hanno rintracciato il 34enne al suo domicilio per cui l’arresto non è stato possibile. Fino alla sera di mercoledì, quando una pattuglia di Pandino, che stava eseguendo il servizio di ronda, ha casualmente incrociato, in territorio di Dovera, l’uomo a bordo della sua auto. I militari lo hanno riconosciuto e poi fermato e portato in caserma, dove è stato arrestato e quindi portato nel carcere di Cremona.P.G.R.