"Officina e rally erano la sua vita. La morte? Un tragico incidente"

Luca Carrara, 41 anni, titolare di un'officina a Villa d’Adda, muore tragicamente dopo un incidente con un flessibile. La procura esclude l'autopsia. Carrara, appassionato di rally, lascia moglie, figli e una comunità addolorata.

"Officina e rally erano la sua vita. La morte? Un tragico incidente"

"Officina e rally erano la sua vita. La morte? Un tragico incidente"

Un tragico incidente. Luca Carrara, 41 anni, era il titolare unico dell’officina a Villa d’Adda, dove domenica è morto dopo essersi tagliato accidentalmente al collo con un flessibile, e anche dell’annesso distributore di benzina. Pare che stesse tagliando una lastra di ferro, poi qualcosa è andato storto. A trovarlo oramai senza vita nell’officina è stato il papà Giuseppe. Il pm di turno già ieri in mattinata aveva dato istruzioni ai carabinieri della Compagnia di Zogno per il dissequestro dell’officina. Quello che è avvenuto è chiaro. Le stesse immagini delle telecamere non hanno ripreso nessuno che entrasse o uscisse dall’officina dove Luca Carrara era da solo. Anche alla luce di queste risultanze la procura ha deciso di non far effettuare l’autopsia restituendo la salma ai famigliari per i funerali. La famiglia e il lavoro al distributore di benzina erano tutto per Luca Carrara. Il rally e le auto d’epoca le sue grandi passioni. L’allarme domenica intorno alle 12.30. Non vedendolo rientrare a casa per il pranzo, il papà ha provato a contattarlo al telefono senza ottenere nessuna risposta. Allora è andato in officina e ha trovato il figlio a terra. Sul posto si sono precipitate l’automedica, l’ambulanza e i carabinieri della Compagnia di Zogno. Sin da subito l’unica ipotesi presa in considerazione era quella di un drammatico incidente, ipotesi poi confermata. "La famiglia Carrara è molto conosciuta in paese, non solo per la stazione di servizio ma anche perché impegnata nel volontariato – ha commenta il sindaco Gianfranco Biffi -. Luca era un ragazzo tutto casa e lavoro ed era molto conosciuto nell’ambiente dei rally. Credo abbia partecipato a molte gare". Luca Carrara lascia nel dolore i genitori, una sorella, la moglie Alessandra e due figli di 6 e 10 anni. F.D.