Niente amichevoli negli Stati Uniti. L’attaccante romano ora pensa a portare la sua Atalanta in Europa

Gasperini ha più volte elogiato le prestazioni della punta apprezzandone l’impegno e la crescita. Il numero 90 nerazzurro, dopo un periodo difficile, ha ritrovato una maglia da titolare e confidenza con il gol. .

Niente amichevoli negli Stati Uniti. L’attaccante romano ora pensa  a portare la sua Atalanta in Europa

Niente amichevoli negli Stati Uniti.

Niente azzurro per Gianluca Scamacca, a sorpresa rimasto fuori da questo giro di convocazioni del ct Luciano Spalletti. Che nel ruolo di centravanti gli ha preferito Lucca e Retegui.

Attaccanti che hanno un bottino realizzativo quasi identico in campionato, 7 gol Lucca, 6 gol Retegui e Scamacca. Ma l’atalantino ha segnato anche 3 gol in Europa League, oltre alla rete con l’Italia a Wembley a ottobre, per un totale di dieci marcature stagionali.

Scelta, quella di Spalletti, che ha sicuramente sorpreso perché questa tournée americana con due amichevoli di prestigio rappresenta la prova generale in vista dei prossimi campionati Europei. Dove il numero 90 nerazzurro potrebbe essere, stando ai pronostici della maggior parte degli addetti ai lavori, il centravanti titolare dell’Italia.

Forse il 25enne bomber romano ha pagato un inverno sicuramente sotto tono a livello di prestazioni e rendimento realizzativo: dal 4 novembre al 5 marzo appena due gol e diverse prove scialbe.

Dal 5 marzo però Scamacca ha ingranato, cambiando marcia, cominciando a fare la differenza: tre gare da titolare consecutive con la Dea in una settimana impegnativa con la doppia sfida europea contro lo Sporting, in cui ha segnato sia all’andata a Lisbona che al ritorno a Bergamo, e in mezzo una prestazione convincente all’Allianz Stadium contro la Juventus.

Per l’Atalanta la mancata chiamata della nazionale rappresenta una buona notizia perché così Scamacca è rimasto a Bergamo e da domani tornerà al lavoro al centro sportivo di Zingonia, insieme agli altri nove giocatori rimasti (i portieri Musso e Rossi, i difensori Palomino e Toloi, i mediani Adopo e Ederson, gli esterni Bakker, Hateboer e Zappacosta e la punta Touré), agli ordini di Gian Piero Gasperini.

Che avrà una decina di allenamenti per continuare il grande lavoro tecnico, tattico, e anche atletico, che sta permettendo al bomber capitolino di trovare una sempre maggiore continuità realizzativa e di rendimento.

Due settimane per Scamacca per mettere altra benzina nel serbatoio della condizione fisica, determinante per un colosso di 195 centimetri, e per affinare ulteriormente alcuni movimenti tattici, anche senza palla.

Gasperini ha più volte elogiato le prestazioni di Scamacca nelle ultime settimane, apprezzandone l’impegno e la crescita.

L’attaccante romano è annunciato titolare anche nelle prossime trasferte a Napoli alla ripresa del campionato e poi a Firenze nella gara d’andata della semifinale di Coppa Italia. E ad aprile avrà la prestigiosa vetrina della doppia sfida europea contro il Liverpool per mettersi in luce anche in ottica azzurra.