Milano, tie break amaro. A Piacenza occasione persa

Superlega, la Gas Sales stavolta ha la meglio sulla formazione di coach Piazza. La curiosità: l’assenza del video check ha penalizzato entrambe le squadre. .

Milano, tie break amaro. A Piacenza occasione persa
Milano, tie break amaro. A Piacenza occasione persa

Nell’anticipo della seconda giornata di ritorno, la Befana porta all’Allianz Milano punto nel re-match della Coppa Italia di qualche giorno fa.

I lombardi contro la Gas Sales Bluenergy Piacenza si arrendono sul più bello e perdono una partita quasi fotocopia a quella di mercoledì. Al PalaBanca Sport va in scena un’altra battaglia con momenti di bella pallavolo. A prescindere il risultato, da sottolineare, come le squadre siano state “svantaggiate” avendo giocato per un problema tecnico senza la possibilità di ricorrere al video check.

Coach Roberto Piazza, uno che finite le partite studia tutti i dettagli, forse per non essere prevedibile ma anche per gestire le energie in vista della Coppa Cev, cambia le carte e schiera Mergarejo al posto di Ishikawa, Vitelli per Piano e Dirlic per Reggers. Dalla sua, invece, Anastasi non sorprende e dà nuovamente fiducia a Romanò, in Coppa sostituito da Gironi. L’avvio di match è equilibrato e come successo anche mercoledì i ritmi sono serrati con i padroni di casa forse più attenti e precisi. L’Allianz spinge sempre dai nove metri e non si fa trovare impreparata a muro. Sono proprio i meneghini a guadagnare tre distanze di vantaggio ma gli emiliani recuperano subito terreno. In una lotta all’ultimo punto, con al servizio Lucarelli, Piacenza non spreca il primo set point e si porta sull’1 a 0. Inizia subito bene la Gas Sales con Romanò che mette pressione agli avversari al servizio. La compagine ospite fatica con le sue bande che non brillano e si ritrova sempre in svantaggio e costretta a ricorrere.

La rimonta funziona ma Piacenza, trascinata da un ottimo Recine, non molla la presa. È comunque alla fine Milano a portare l’incontro sulla parità. A differenza dei parziali precedenti, nel terzo c’è meno equilibrio per merito soprattutto negli ospiti. Un sempre preciso Porro pesca spesso e volentieri Dirlic, che ha avuto ancora poche occasioni quest’anno per mettersi in mostra. I piacentini faticano e si aggrappano a Gironi subentrato per il set a Romanò: non basta i lombardi vanno sul 2 a 1. Nel quarto sono i padroni di casa a partire meglio e macinare punti di vantaggio grazie al solito Recine. Porro e compagni cercano di rimanere nel set ma non riescono a non portare il match al tie break. Al quinto, continua la lotta perenne, parte meglio la formazione dell’Allianz che poi si fa agguantare sul 10 pari. Piacenza ha due match point, ne spreca uno ma poi porta a casa l’incontro Milano ora, come ormai da diverso tempo ormai, torna in terra lombarda per riposare giusto un giorno e poi prepararsi alla Coppa Cev.

PIACENZA-ALLIANZ MILANO: 3- 2 (25-23; 21-25; 19-25; 25-19; 15- 13).