L’Urania siede fra i grandi. Cantù, la strada è in salita

Il derby ha rimescolato le carte in attesa dei big match del 6 e 7 gennaio

L’Urania siede fra i grandi. Cantù, la strada è in salita
L’Urania siede fra i grandi. Cantù, la strada è in salita

In attesa del ritorno in campo per l’Epifania, è ancora viva la gioia in casa Urania dopo lo storico successo nel derby con Cantù, che ha ridotto il distacco dal secondo posto a soli due punti. Questa posizione è attualmente condivisa da Cantù e Torino, rendendo il contesto della Serie A2 ancora più emozionante. La vittoria di Urania non è stata solo una questione di prestigio, ma un chiaro segnale delle ambizioni della squadra per la stagione.

Per Cantù, invece, il periodo è di riflessione. La sconfitta ha lasciato strascichi nell’ambiente, soprattutto perché Trapani, con un vantaggio ora di otto punti, sembra aver già messo una seria ipoteca sulla prima fase del campionato. La delusione è palpabile nelle parole del coach Devis Cagnardi, che ha evidenziato le difficoltà fisiche incontrate dalla sua squadra, in particolare nel contenere il gioco interno di Urania. Il coach ha sottolineato la prestazione eccezionale di Beverly, che in soli 16 minuti ha realizzato 16 punti e catturato 10 rimbalzi.

Guardando al futuro, il 6 gennaio si prospetta un’altra sfida importante per Urania, che ospiterà Rieti. Per Cantù, invece, il 7 gennaio sarà il giorno del confronto con Torino.

Alessandro Luigi Maggi