L’Urania Milano scala la classifica . Il Sebastiani Rieti è la prova del nove

L'Urania Milano, dopo il colpaccio contro Cantù, sogna un posto in Coppa Italia di A2. La sfida contro la Real Sebastiani Rieti è l'occasione per l'inserimento nel sistema del pivot Gerald Beverly, che ha subito dato un contributo importante. Passo dopo passo, l'obiettivo è divertirsi.

L’Urania Milano scala la classifica . Il   Sebastiani Rieti è la prova del nove
L’Urania Milano scala la classifica . Il Sebastiani Rieti è la prova del nove

Il colpaccio contro Cantù è ancora decisamente vivido nei sentimenti dell’Urania Milano che continua a perpetuare il suo straordinario momento di forma che l’ha portata al quarto posto, a soli due punti dalla seconda posizione, ora in corsa anche per sognare un posto in Coppa Italia di A2. Il percorso della Wegreenit riparte domani (ore 20.30, Allianz Cloud a Milano) da un altro scontro diretto, la sfida contro la Real Sebastiani Rieti che insegue i Wildcats a soli due punti di distanza. La grande novità in casa milanese è l’inserimento nel sistema del pivot Gerald Beverly, rimasto a guardare dalla tribuna per mesi dopo l’operazione al ginocchio, ma che ha fatto subito ben vedere quale può essere il suo impatto sotto le plance dominando la sfida proprio contro i canturini (16 punti e 9 rimbalzi). E’ come se fosse stato una sorta di acquisto di gennaio e è ovvio che la sua aggiunta possa dare decisamente una dimensione in più all’attacco milanese, prima molto sbilanciato sul tiro da 3 punti per fare di necessità virtù. "Sono molto contento di essere tornato - dice lo stesso Beverly - e di aver subito dato un contributo importante per una vittoria prestigiosa. Pensiamo una partita alla volta, senza fretta di voler raggiungere subito risultati. Passo dopo passo penso che davvero potremo divertirci". S.P.