Lite sui soldi, accoltella la compagna. Finisce nel sangue serata tra amici

In manette trentenne bergamasco. La donna ricoverata

L'indagine è affidata ai carabinieri
L'indagine è affidata ai carabinieri

Bergamo, 5 gennaio 2024 – Potrebbe esserci una questione di soldi, 6 mila euro, all’origine del violento litigio finito nel sangue con accoltellamento. Bilancio: una trentaquattrenne è finita all’ospedale Papa Giovanni XXIII con diverse ferite, sul corpo. È in prognosi riservata, ma non in pericolo di vita. L’aggressore, un trentacinquenne, di Almè, con problemi di tossicodipendenza, è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Zogno e ora si trova in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria per la convalida.

Una brutta storia accaduta mercoledì sera ad Almenno San Bartolomeo durante una cena a casa di amici. Una serata in compagnia (cinque le persone presenti). Una serata tranquilla che a un certo punto ha preso un’altra piega dopo qualche bicchierino. l’uomo e la sua compagna hanno iniziato a discutere, pare per una questione di soldi. Lui, dalle testimonianze raccolte, imputava a lei di averli fatti sparire, lei nega con forza.

I toni si fanno sempre più aspri finché il trentacinquenne afferra dalla cucina un coltello e si avventa sulla compagna colpendola con diversi fendenti. I testimoni sono subito intervenuti a difesa della vittima, finita a terra nel sangue. Ed è stato proprio uno degli amici ad allertare i carabinieri. In pochi minuti sul posto sono intervenute due pattuglie dei militari che hanno trovato e arrestato il trentacinquenne, mentre la ferita veniva sottoposta alle prime cure prima del trasferimento al Papa Giovanni XXIII per accertamenti.